Vendita La7, Cairo ancora in pole position. Spunta l’offerta di Guido Veneziani

By on marzo 4, 2013

text-align: center”>La7 in vendita: Urbano Cairo in pole position

Vendita La7, Cairo ancora in pole position. Spunta l’offerta di Guido Veneziani – Nel giorno in cui il consiglio d’amministrazione di Telecom Italia potrebbe deliberare l’approvazione definitiva della cessiona di La7 a Cairo Communication, le indiscrezioni sulla complessa trattativa di mercato che coinvolge l’emittente tv si fanno sempre più numerose. Innanzitutto, ci sarebbero il Fondo Clessidra e Della Valle intenzionati a rientrare in partita dopo che è scaduto il termine dell’esclusiva con Cairo il 23 febbraio scorso. Secondo Milano Finanza, il fondo guidato da Claudio Sposito avrebbe presentato una nuova offerta migliorativa rispetto a quella bocciata dal cda da 350 milioni di euro per La7 e i mux: Clessidra avrebbe messo sul piatto circa 300 milioni e 150 di accollo di debito (rispetto ai precedenti 90), più ulteriori 150 milioni per il 60% dei mux.

Ma un’altra novità nella trattativa per la vendita di La7 è l’interessamento dell’editore Guido Veneziani, presidente dell’omonimo gruppo che edita periodici popolari come Vero e Stop e il canale Vero Tv. Veneziani avrebbe presentato un’offerta vincolante al presidente di TI Media Saverio Salvemini, molto più ampia di quella depositata da Cairo e comprendente sia La7, sia l’emittente gemella La7D ed anche il 51% di Mtv. Secondo quanto riporta il Sole 24 Ore, Veneziani avrebbe un asso nella manica: l’editore torinese starebbe trattando per ingaggiare Gianni Stella, l’ex amministratore delegato di Ti Media, che ha lasciato la società lo scorso novembre. Stella conosce benissimo La7, visto che la campagna acquisti (onerosa certo, ma riuscitissima) che ha portato su La7 nell’ordine Mentana, Formigli, Santoro ed altri porta la sua firma.

Intanto, a poche ore dal Cda di T.I.Media, la società fa sapere in una nota ufficiale di essere ancora orientata sulla proposta di Cairo (che riguarda la sola La7, senza i mux di frequenze): il presidente del Torino risulta in pole position per l’acquisizione di La7, visto che ormai l’operazione è in fase avanzata. L’esclusiva è scaduta lo scorso 23 febbraio, ma è difficile che le prososte migliorative di Clessidra e Veneziani possano spostare la trattativa in direzione diversa da quella di una cessione a Cairo. Intanto Veneziani punta ad un’ulteriore dilatazione dei tempi, sperando che il board di Ti Media prenda in considerazione anche la sua offerta. Non sarebbe certo la prima volta che si decide per un rinvio.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *