1 Maggio, organizzatori contro gli sponsor: “Niente soldi a noi, 3 milioni a X Factor”

By on aprile 3, 2013
Primo Maggio, concerto a Roma

text-align: center”>Primo Maggio, concerto a Roma

Tra il concertone del 1 Maggio ed il popolare talent show X Factor il mainstream pubblicitario non ha avuto dubbi: nessun finanziamento al primo, cifre considerevoli all’altro. La miccia della polemica è stata innescata dalla scelta aziendale dell’Enel, fondamentale sponsor per molti spettacoli e prodotti televisivi, come grandi eventi musicali e talent show. I 3,5 milioni di euro destinati al fortunato programma televisivo di Simona Ventura, a discapito della rassegna artistica di piazza San Giovanni che ogni anno raccoglie centinaia di migliaia di giovani sotto il palco dei tre sindacati confederali, hanno fatto gridare allo scandalo Marco Godano, responsabile dell’organizzazione del concerto per la Festa dei Lavoratori, suscitando allo stesso tempo più di qualche mugugno dalle parti di Cgil, Cisl e Uil.

“Non sappiamo ancora su che tipo di budget potremo contare, dato che qualcuno tende a sfilarsi ed altri a voler spendere meno”, lamenta l’organizzatore, “ma c’è da inc..zarsi a pensare che l’Enel ha sponsorizzato con ben tre milioni e mezzo di euro X Factor, perché proprio questi talent distruggono la musica in Italia. In questa edizione della kermesse del 1 Maggio, comunque, non mancheranno le sorprese, a partire dalla conduzione al femminile affidata in perfetta solitudine a Geppi Cucciari, con la coraggiosa innovazione un’orchestra piena di grandi nomi della scena rock nazionale (i chitarristi Federico Poggi Pollini e Maurizio Solieri, il sassofonista Enzo Avitabile, i tastieristi Boosta e Andrea Mariano, solo per fare alcuni nomi), diretta dal produttore e compositore Vittorio Cosma, mentre toccherà al maestro Nicola Piovani il ruolo di ospite d’eccezione della serata.

Gli irrisolti problemi di bilancio, però, potrebbero condizionare fortemente la resa dell’evento, anche perché lo stesso Comune di Roma ha reso nota l’intenzione di negare il patrocinio al concerto, nonostante il disperato lavoro diplomatico di dirigenti sindacali ed addetti ai lavori, assai preoccupati per la copertura economica di un grande evento musicale che nel complesso costerebbe non meno di 100 mila €. A poco sono serviti, in un clima di muro contro muro, i numeri forniti nei giorni scorsi da Godano, convinto degli effetti positivi sull’intera Capitale del concertone, “che significa non meno di 800 mila persone in città nel week end, come confermato dal presidente degli albergatori romani”: Comune di Roma e grandi sponsor, ad oggi, sembrano voler girare le spalle all’organizzazione del 1 Maggio 2013, chiudendo i rubinetti della spesa a favore di altre opzioni commerciali ritenute evidentemente più vantaggiose o più semplicemente “di valore strategico”.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *