A tavola con La prova del cuoco: il meglio del mese di marzo

By on aprile 1, 2013
antonella-clerici-entrata-la-prova-del-cuoco

text-align: center”>La prova del cuoco

A TAVOLA CON LA PROVA DEL CUOCO, IL MEGLIO DEL MESE DI MARZO. E’ tornata oggi puntuale alle 12.00 La prova del cuoco (clicca QUI per scoprire le ricette della puntata odierna) con Antonella Clerici, dopo la pausa domenicale di ieri durante la quale a far compagnia ai telespettatori di Raiuno è toccato a Linea Verde con Eleonora Daniele e Fabrizio Gatta che con Gianfranco Vissani hanno presentato una splendida ricetta della tradizione culinaria umbra (clicca QUI per saperne di più). Si è concluso un mese ricco di ricette che ha visto la preparazione nelle cucine de La prova del cuoco di piatti per la festa delle donne, dolci per la festa del papà, pietanze primaverili, ricette per la domenica delle Palme e, ovviamente, per Pasqua e Pasquetta (scopri tutte le ricette realizzate durante la scorsa settimana: clicca QUI per i primi, QUI per i secondi, QUI per i piatti unici e QUI per i dolci). Di seguito un assortimento dei piatti migliori presentati tra i fornelli de La prova del cuoco nel mese di marzo: un antipasto, un primo, un secondo, un piatto unico e un dolce.

ANTIPASTO: “FRITTELLE DI RISO CON FRAGOLINE DI BOSCO” di Andrea Mainardi (“Cooking show”)

Ingredienti per le frittelle di riso: 100 grammi di riso Vialone Nano, 400 grammi di latte scremato, 2 uova, 50 grammi di zucchero semolato, 50 grammi di burro, 30 grammi di uvetta sultanina, 10 grammi di brandy, 1 limone, 1 baccello di vaniglia.

Ingredienti per la salsa mou: 100 grammi di zucchero semolato e 100 grammi di panna fresca.

Ingredienti per la salsa alle fragoline di bosco: 100 grammi di fragoline, 50 grammi di zucchero, mezzo limone e acqua quanto basta.

Procedura per la preparazione: far caramellare lo zucchero; nel frattempo cuocere in una casseruola il riso, 2 uova, lo zucchero, l’uvetta sultanina, il brandy, il latte, le bucce di limone e la vaniglia; far riposare il composto per 2 ore fino a ottenere una pastella (che si può addensare con un pò di farina); intanto scaldare un pò d’olio in padella e realizzare delle quenelle con l’impasto da friggere nell’olio; realizzare inoltre una salsa con acqua, fragoline di bosco e zucchero con la quale accompagnare le frittelle; infilzare le frittelle sugli spiedini e decorare con zucchero oppure porle su un piatto e insaporirle con la salsa di fragola.

PRIMO: “FETTUCCINE DELLA NONNA CON ASPARAGI SELVATICI, PANCETTA CROCCANTE E SCAGLIE DI GRANA” di Guglielmo Venturini (“Caccia al cuoco”)

Ingredienti: 1 etto di farina, 1 uovo, sale, pancetta a fette, asparagi selvatici (sostituibili con asparagi da giardino), gamberi, olio e scaglie di grana.

Procedura per la preparazione: realizzare la pasta con 1 etto di farina, 1 uovo e 1 pizzico di sale; stendere la pasta con il mattarello; nel frattempo scottare in padella a fuoco lento fette di pancetta per farla diventare croccante; pulire gli asparagi selvatici e lessarli fino a formare una crema; frullare gli asparagi con un filo d’olio; cuocere le fettuccine, scolarle e saltarle in padella; insaporire con le scaglie di grana e servire.

SECONDO: “CALAMARO RIPIENO CON PANE E FAVETTE” di Gianfranco Pascucci (“Venerdì pesce”)

Ingredienti: calamari, olio, cipolla, guanciale, favette, sale, pane, salsa di pomodoro, finocchio e nocciole.

Procedura per la preparazione: pulire i camalari; scaldare in padella con olio la cipolla e il guanciale; nel frattempo tagliare le fave e aggiungerle alla cipolla e al guanciale in padella; scaldare per pochi minuti e salare; aggiungere il pane tagliato a pezzetti, lasciare insaporire; aggiungere un pò di brodo e la salsa di pomodoro; mettere la salsa nel sach a poche e riempire il camalaro, da scottare poi in padella; cuocere per qualche minuto con olio; nel frattempo guarnire un piatto con finocchio e nocciole e porvi al centro il calamaro cotto.

PIATTO UNICO: “PIZZA GIALLA E ROSSA” di Gabriele Bonci (“Music food”)

Ingredienti: acqua, farina, lievito, sale, pomodori gialli, pomodori rossi e mozzarella.

Procedura per la preparazione: realizzare un impasto con acqua e farina, pochissimo lievito e sale; nel frattempo schiacciare i pomodori gialli e rossi fino a formare una salsa con la quale condire la pizza; stendere l’impasto, dividerlo in due parti uguali e formare due pizze: una gialla e una rossa, da condire rispettivamente con la salsa di pomodori gialli e la salsa di pomodori rossi; infornare ad alta temperatura; tagliare le due pizze a spicchi e formarne una nuova alternando spicchi di pizza gialla e spicchi di pizza rossa; ultimare la preparazione aggiungendo la mozzerella tagliata a pezzetti.

DOLCE: “BIGNE’ DI SAN GIUSEPPE” di Anna Moroni (“Cucina di base”)

Ingredienti: 250 grammi di acqua, 50 grammi di burro, 150 grammi di farina “00?, 4 uova, olio di arachide per friggere, 750 grammi di latte intero, 250 grammi di panna fresca, 9 tuorli, 300 grammi di zucchero semolato, 30 grammi di frumina e 25 grammi di amido di riso.

Procedura per la preparazione: far bollire l’acqua con il burro, aggiungere la farina e cuocere; far raffreddare e aggiungere un uovo per volta al composto; friggere in olio profondo; nel frattempo preparare la crema scaldando latte e panna; lavorare i tuorli con lo zucchero e unire gli amidi e la polpa del baccello di vaniglia; versare nel latte bollente la panna montata; togliere dal fuoco e versare in una bolla di vetro; conservare in frigo.

Clicca QUI per scoprire le ricette presentate nella puntata di sabato scorso, QUI per i piatti del menù di Pasqua e QUI per le pietanze di Pasquetta.

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dall'11 Agosto 2014 e Responsabile Editoriale di "Lavorare Nello Spettacolo", le sue più grandi passioni sono la natura, il giornalismo e ovviamente la Tv!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *