“Altrimenti ci arrabbiamo”: presentazione del nuovo programma del sabato sera di Rai Uno condotto da Milly Carlucci

By on aprile 4, 2013
Altrimenti ci arrabbiamo

text-align: center”>Altrimenti ci arrabbiamo

Mercoledì 3 aprile alle ore 12.00, presso l’Auditorium del Foro Italico di Roma, è stato presentato il nuovo programma del sabato sera dell’ammiraglia Rai, in partenza da sabato 6 aprile alle 21.10, rigorosamente in diretta per quattro sabati consecutivi, e condotto da Milly Carlucci.

PARLA LA CONDUTTRICE MILLY CARLUCCI – All’inizio della conferenza ha subito preso la parola la regina del sabato sera di Rai Uno, pronta a riprendere le redini di una delle serate più importanti del palinsesto della televisione di Stato. Ha presentato il programma basato su una sorta d’inversione di ruoli studente–maestro che vedrà al centro del palco, l’incontro tra generazioni diverse in un susseguirsi di ritmi altrettanto diversi che suscitano forti emozioni e tanto divertimento. Si assisterà a tutto il dietro le quinte, come si sono preparate le varie coppie e come sono arrivate alle esibizioni. Inoltre ai ragazzi verrà data la possibilità di unirsi alla giuria esterna (composta da Teresa Mannino, Ricky Tognazzi e Cristina Parodi) per dare un voto al proprio allievo vip, e in questo modo si metteranno per una volta nei panni del professore e capiranno che spesso giudicare e valutare risulta essere molto scomodo. A questo punto, alla fine del percorso di 4 puntate test, si capirà se il prodotto sul quale tutta la produzione ha puntato tanto, sarà possibile riproporlo in futuro, magari in più puntate. Il vincitore, che sarà un personaggio famoso, regalerà al suo giovane professore un’esperienza bellissima, una sorta di concorso di eccellenza in Italia o all’estero, che ogni ragazzo–professore ha espresso di voler realizzare come conclusione di questo percorso insieme, qualora vincerà.

ACCOPPIAMENTI GIOVANE PROFESSORE-ALLIEVO VIP – La stessa Carlucci svela i vari accoppiamenti, e chi farà cosa: Pietro esperto di beat box in coppia con Amadeus; Alessandro esperto batterista in coppia con Nino Frassica (assente alla conferenza perché impegnato sul set di Don Matteo 9); i Baby Rock, rock band in coppia con Maria Grazia Cucinotta; Noemi esperta di Wushu Kung-fu in coppia con Gabriele Rossi; i Funkyds, esperti di hip hop in coppia con Pablo Espinosa; Mattia, bravo breaker in coppia con Tania Cagnotto; Aurora, la piccola esperta di tip tap in coppia con lo chef Gianfranco Vissani; i Bungt Bangt & Friend che spiegheranno la tecnica delle percussioni di strada al conduttore del Tg1 Attilio Romita; Lara esperta ginnasta ritmica che insegnerà a Nicoletta Romanoff a volteggiare a ritmo di musica e infine Rayan, giovane rapper che farà interpretare a Simone Corrente un genere di musica particolare.

PAROLA DEL DIRETTORE LEONE – Dopo la presentazione di tutti i vip alle prese con i giovani professori, della parte più tecnica televisiva parla il direttore Giancarlo Leone che ribadisce il ritorno della Carlucci in un programma in cui tutti credono molto e che Rai Uno ha creato con la necessità di inventare nuovi titoli e nuovi format, cosa che non è avvenuta negli anni passati e che ora invece si sta facendo. È sempre un rischio provare nuovi programmi, ma farlo con Milly e con i suoi giovani concorrenti è molto più piacevole anche perché per una volta si inverte l’onere della prova, con un risultato completamente nuovo. Si è parlato, giocato e scherzato sul fatto che sono noti alcuni tratti essenziali del programma concorrente Amici di Maria De Filippi (con l’intervento di Matteo Renzi), del quale si sa tutto dato che registrato e che quindi molto probabilmente verrà seguito da un pubblico maggiore, però lo scopo principale è quello di capire la qualità del prodotto e se e quanto verrà apprezzato, dando così la possibilità di aggiungerlo alla lista di programmi di successo come Ti lascio una canzone, Ballando con le stelle, I migliori anni e il più recente Tale e Quale Show.

Il programma è un adattamento del format inglese Born to shine. È prodotto da Raiuno in collaborazione con Magnolia, scritto da Milly Carlucci, Giancarlo De Andreis, Claudio Fasulo, Chicco Sfondrini, Maddalena De Panfilis, Gilda De Vivo,  Giuko,  Simone Pippo, Svevo Tognailini, Alessandra Guerra e Stefania Scarampi. ??La scenografia invece è di Mimma Aliffi, i costumi di Maria Baiocco, le luci di Marco Lucarelli, con la regia di Luca Alcini.

Per sapere come sarà realmente il programma Altrimenti ci arrabbiamo! e conoscere chi si contenderà più pubblico il sabato sera, se Rai o Mediaset, non ci resta che aspettare sabato 6 aprile alle 21.10.

About Paolo Mastromarino

Paolo Mastromarino (Classe 89) nato a Castellana Grotte (Bari), laureato in Scienze della comunicazione culturale e forme dello spettacolo presso l'università Lumsa di Roma, ad ora iscritto al corso di laurea magistrale in Produzione di testi e format per l'audiovisivo. Mi piace scrivere e da sempre sono appassionato di televisione, programmi televisivi e fiction, insomma mondo dello spettacolo in generale. Trovo molto interessante studiare il mondo televisivo straniero, soprattutto britannico e americano

One Comment

  1. rossella

    aprile 4, 2013 at 09:15

    Secondo me vincera’ Amici perche’ i programmi di Maria De Filippi sono magnetici.
    Penso che le nuove leve della critica televisiva abbiano imparato a studiare i meccanismi della televisione proprio attraverso le sue trasmissioni.
    Sono quei programmi che criticano tutti perche’ tutti conoscono il tronista o addirittura l’assistente di studio. Secondo me mezza italia conosce Piero, la redazione e tutti i postini.
    Non penso che le indiscrezioni trapelate sul serale di fatto possano danneggiare una delle stagioni piu’ avvincenti di Amici.
    Anche se e’ registrato la De Filippi e’ sempre in diretta perche’ rispetto al programma porta sempre un punto di vista nuovo tanto che quando il tassativo irrompe lei dice due volte pubblicita’:lo apprende con il pubblico in maniera spontanea… La sua conduzione e’ ibrida: in lei si distinguono sempre l’autore e lo spettatore!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *