Andrea Scanzi contro Daniela Santanchè, duello su La7: scintille in diretta a “L’Aria Che Tira” (VIDEO)

By on aprile 10, 2013
Santanchè vs Scanzi su La7

text-align: justify”>Santanchè vs Scanzi su La7

Tra Daniela Santanchè e Andrea Scanzi non c’è stato uno scambio di complimenti, nella diretta del programma de La7 “L’Aria Che Tira”. A poco è servita la presenza in studio di altri ospiti e della conduttrice Mirta Merlino: la pasionaria del Pdl ed il giovane giornalista del Fatto Quotidiano hanno duellato per diversi minuti, senza lesinare accuse e stoccate al vetriolo sul piano personale. Il tema della discussione era principalmente lo stallo istituzionale ed in particolare le possibili alleanze in vista della formazione di un governo in grado di avere i numeri in Parlamento.

La lite Santanchè-Scanzi è scoppiata sul nodo controverso dell’incandidabilità ed ineleggibilità di Silvio Berlusconi e di altri politici in odore di conflitto d’interessi, posto all’attenzione generale dall’eclatante iniziativa di protesta (occupazione simbolica dell’aula con lettura della Costituzione in segno di polemica coi colleghi “complici” della mancata operatività delle commissioni permanenti) a Montecitorio e Palazzo Madama di deputati e senatori del MoVimento 5 Stelle proprio in queste ore.

Solidale coi grillini per lamossa giusta ed efficace, anche agli occhi dell’elettorato” attuata con l’azione dimostrativa in Parlamento, l’ex cronista de La Stampa non ha risparmiato frecciate dirette al centro-destra berlusconiano, invitando la scalpitante interlocutrice in studio ad “evitare di dare lezioni di etica e di regole, avendo fatto stabilmente parte della Casta negli ultimi venti anni”. Meno combattiva del solito ma pur sempre propensa e allenata allo scontro verbale, la Santanchè si è prodotta in un lungo affondo contro “le trasmissioni che continuano ad occuparsi di sciocchezze mentre l’Italia brucia. I problemi sono altri, in ogni caso un italiano su tre ha votato per Berlusconi ed ha seccamente bollato come “ca..ate” le tesi esposte poco prima dal pungente opinionista toscano.

Apice dello scontro, il botta e risposta appassionato sulla figura del Cavaliere, “genio del male” ma sempre impresentabile agli occhi del conduttore di Reputescion e meritevole di massimo rispetto per l’esponente pidiellina, impareggiabile “specialista” nelle interruzioni polemiche durante i principali talk show televisivi: Onorevole, la Sua educazione è nota a tutti. Vorrei poter parlare senza essere interrotto ripetutamente  dalla Sua voce di usignolo afono ha attaccato a testa bassa Scanzi, tranchant anche sul finale della discussione, quando di fronte alla provocatoria idea di “lanciare la candidatura di Ilda Bocassini per il Quirinale” proposta da Daniela Santanchè per accendere ulteriormente le polveri, ha concluso con un seccato “io lancerei anche qualche altra cosa in questo momento, ma lo evito…”.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *