Benvenuti a tavola 2 – Alessia Mancarella: “Alessia Perrone chiuderà la storia con Federico Conforti. Sogno di lavorare con Tim Burton” – Intervista Esclusiva

By on aprile 11, 2013
foto di alessia mancarella

text-align: justify”>foto di alessia mancarellaBENVENUTI A TAVOLA 2, NORD VS SUD: IL PERSONAGGIO DI ALESSIA PERRONE. Alessia Mancarella, è tra le nuove leve più promettenti del panorama cinematografico italiano. Lo scorso anno, dopo un lungo periodo di studi, la sua prima prova da attrice nella serie tv Benvenuti a tavola, Nord VS Sud. Il suo personaggio, Alessia Perrone, figlia di Paolo (Giorgio Tirabassi) lo abbiamo visto crescere di puntata in puntata, tra problemi adolescenziali e rivincite amorose. La avevamo lasciata tra le braccia di Federico Conforti, figlio dei proprietari del ristorante a loro concorrente. Questa sera tornerà a calarsi nelle vesti di Alessia, nella seconda serie della fiction, campione di ascolti. A poche ore dall’atteso debutto, la Mancarella ci concede un’intervista in esclusiva per i lettori del nostro blog lanostratv.it.

Siamo alle seconda serie dopo il forte successo della prima. Ti aspettavi questo grandissimo seguito di pubblico?

Non mi aspettavo tutto questo seguito, ma è stata una bella scoperta. Essendo una prima serie, l’anno scorso eravamo tutti un po’ titubanti, in quanto era la prima volta che si realizzava un prodotto incentrato sul mondo della cucina. Abbiamo poi capito, con il procedere delle puntate, che le persone si stavano affezionando alla fiction, si divertivano e la guardavano volentieri. Con queste premesse abbiamo potuto realizzare questa seconda serie.

L’anno scorso Benvenuti a tavola ha rappresentato per te il debutto come attrice, dopo un lungo studio. Sommando le due edizioni che esperienza è stata fino a questo momento?

È stata un’esperienza professionale e umana molto forte, in quanto essendo il primo lavoro, ero inesperta pur avendo studiato. Gli studi accademici, sono diversi da quello che ti trovi poi ad affrontare su un set, dove ci sono tante persone che stanno lavorando, e dove ti confronti con degli attori professionisti. È stata una crescita dal punto di vista professionale, che si è sviluppata con la seconda serie. Da un punto di vista umano ho avuto la fortuna di incontrare tutte persone molto disponibili. È stato molto bello poter creare dei rapporti solidi, che sono durati anche al di fuori del set.

Hai lavorato a stretto contatto con nomi prestigiosi del nostro panorama cinematografico. Chi ti ha lasciato più insegnamenti per il tuo futuro da attrice?

In realtà non c’è qualcuno che ha dato di più rispetto ad altri, perché nel momento del bisogno gli attori di grande esperienza alle spalle erano molto disponibili. In qualsiasi momento avevo bisogno di un consiglio o di un’indicazione, potevo rivolgermi a loro. La cosa bella è stata il rapporto che si è venuto a creare tra di noi, quasi come se fossimo una vera famiglia. Era un rapporto di fiducia, di completa stima e collaborazione anche con il regista, che mi ha consentito di crescere.

Cosa succederà ad Alessia Perrone nella nuova serie?

La storia con Federico finirà, in quanto lui deciderà di prendersi un anno per viaggiare in giro per il mondo, per cercare di capire cosa vuol fare della sua vita. Alessia si troverà di fronte ad una scelta, in quanto svilupperà una forte passione nei confronti della cucina. Deciderà di andare a fare un corso di cucina all’estero e ritornerà con un bagaglio di esperienze che porteranno il mio personaggio a maturare e crescere.

Benvenuti a tavola è stata la prima fiction incentrata sul mondo culinario, ma si inserisce in tutta la scia di format di cucina che impazzano sulla nostra tv. A cosa credi sia dovuto questo grande seguito dei cooking show?

Credo che il nostro sia un Paese nel quale la cucina è un elemento fondamentale. Nell’ultimo periodo la gente ha riacquistato un grande interesse per il mangiar bene, il mangiar sano e per l’alimentazione tipica italiana che è conosciuta in tutto il mondo. Il produttore Pietro Valsecchi ha avuto l’idea geniale di associare un elemento come la cultura culinaria italiana all’elemento fiction. Ha unito una vera passione degli italiani ad una commedia, che bene si sposano insieme.  

Quali sono le aspettative di questa seconda edizione? Ti aspetti di bissare il successo della prima serie?

Io spero che si migliori, spero che ci siano molte più persone che si appassionino alle nostre vicende.  

Fiction a parte, quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Spero di poter continuare a fare questo lavoro, considerando il periodo storico critico che stiamo attraversando. Mi piacerebbe spaziare e non fermarmi alla televisione, ma fare anche cose al cinema e al teatro. Vorrei fare questo lavoro in qualsiasi ambito.

Un nome di un regista con il quale ti piacerebbe lavorare?

Tim Burton come regista straniero è il mio sogno, in quanto è il mio preferito. In Italia mi piacerebbe poter lavorare con Sorrentino, Moretti, Salvatores e molti altri registi importanti.

Ci sarà una terza serie?

Ancora non ne so nulla. Non ci sono notizie ufficiali in quanto aspettiamo di capire come andrà questa seconda edizione.

Augurando alla giovane Alessia, di poter realizzare tutti i suoi sogni, questa sera scopriremo il nuovo corso del suo personaggio nelle avventure di Benvenuti a Tavola, Nord VS Sud dalle 21.10 su Canale5.

 

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *