Benvenuti a tavola 2, il riassunto della terza puntata

By on aprile 24, 2013
Benvenuti a tavola 2 - riassunto terza puntata

text-align: center”>Benvenuti a tavola 2 - riassunto terza puntata

BENVENUTI A TAVOLA 2RIASSUNTO  TERZA PUNTATA – Ieri sera, martedì 23 aprile 2013, su Canale 5 ha trasmesso la terza puntata della fiction dedicata al mondo culinario “Benvenuti a tavola 2”: i due episodi appena messi in onda, intitolati rispettivamente “Come ci chiameremo?” e “Tutti a Pollica”, hanno totalizzato in media 3.355.000 telespettatori e il 12,56% di share.

Benvenuti a tavola 2, riassunto terza puntata – Nel cast di “Benvenuti a tavola 2” troviamo Giorgio Tirabassi, Fabrizio BentivoglioFabio Troiano, Vanessa Incontrada, Lorenza Indovina, Deborah Villa e Antonio Catania. Il racconto che coinvolge due famiglie proprietarie dei due ristoranti confinanti, situati nel centro di Milano, è arrivato ad una quasi fusione tra le due attività: i Perrone e i Conforti infatti, si sono recati insieme a Pollica per firmare l’atto notarile che avrebbe permesso alle due realtà di diventare una sola. L’accordo però non è andato a buon fine: per quale ragione? Vediamo nei dettagli quello che è accaduto durante la terza puntata di “Benvenuti a tavola 2”.

benvenuti-a-tavola-2-carlo-elisabetta

Benvenuti a tavola 2, episodio 1: Paolo Perrone rifiuta la proposta di fusione proposta dal Conforti, perché non si fida di quest’ultimo. Nel frattempo comincia i lavori di ristrutturazione del suo locale. Giovanna è alle prese con la corte dell’affascinante calciatore Ivan, ma non si sente abbastanza sicura di sé per accettare l’invito a cena del ragazzo. Paolo, con un giorno di ritardo, scopre che sul ristorante che i Bertolazzi gli hanno venduto, grava un’ipoteca di 120 mila euro: se non sborsa 30 mila euro subito potrebbe perdere tutto. L’unica soluzione sembra dunque essere la fusione con “Il Meneghino”.

Benvenuti a tavola 2, episodio 2: Mentre Renato non perde di vista il piccolo Fufi, in attesa di ricevere i 300 mila euro in eredità, legati all’animale; Emilio cerca di far ingelosire Maddalena con l’aiuto di Irene. Intanto i Perrone e i Conforti, dopo aver discusso su nome e menù del loro futuro unico grande ristorante, si recano tutti insieme a Pollica, per incontrare il notaio che sancirà l’atto. Dopo il lungo viaggio sperimentano le ricette locali e la cucina del cilento. Ad un certo punto però, poco prima che tutto sia definitivo, Giovanna sente per caso una telefonata tra Carlo e Renato, e capisce che l’intenzione dell’uomo è tradire Perrone sfruttando “l’aumento di capitale”. La ragazza corre per arrivare appena in tempo e impedire al padre di firmare: Paolo ora si fida ancora meno di Carlo, e lascia la stanza bloccando l’accordo. Che sorte avranno ora i due ristoranti milanesi, entrambi colpiti dalla crisi economica? I dettagli li scopriremo nel corso della quarta puntata di Benvenuti a tavola, il prossimo martedì  1 maggio, a partire dalle 21.10 sugli schermi di Canale 5.

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *