Caso Aldrovandi, il docufilm “E’ stato morto un ragazzo” gratis online. L’appello di Articolo21 perchè sia trasmesso in tv

By on aprile 4, 2013

text-align: center”>Caso Aldrovandi, il docufilm "E' stato morto un ragazzo"

Il caso di Fedrico Aldrovandi è tornato a far discutere dopo la vicenda del presidio organizzato dal Coisp in difesa dei poliziotti condannati per l’omidicio del giovane ferrarese e la conseguente manifestazione di solidarietà alla madre Patrizia Moretti. Fatti che hanno scosso l’opinione pubblica e spinto gli autori del film-documentario E’ stato morto un ragazzo, Filippo Vendemmiati e Marino Cancellari, a renderlo disponibile gratis online. Vincitore del David di Donatello 2011 per la sezione documentari, il film ricostruisce l’omicidio di Aldrovandi a partire dalla notte del 25 settembre 2005, quando Federico fu ucciso durante un controllo di polizia mentre era di ritorno a casa dopo una serata in discoteca. Dopo un lungo processo, ostacolato dall’iniziale depistaggio delle indagini, quattro poliziotti sono stati condannati in primo grado a 3 anni e 6 mesi di reclusione, per “eccesso colposo in omicidio colposo“. Una morte per mano dello Stato, come quella di Stefano Cucchi o Giuseppe Uva, che non smette di dividere le stesse forze dell’ordine e la politica.

La storia di Federico Aldrovandi non ha mai trovato posto in tv, se non relegata ai margini di un palinsesto che è sempre più carente in tema di denuncia sociale. E’ stato morto un ragazzo è uscito in dvd nel 2010, insieme al libro che porta lo stesso titolo ed è stato trasmesso nel gennaio 2011 per la prima volta gratuitamente su Internet in diretta dal blog di Beppe Grillo, che denunciò la censura delle televisioni:

Nessuna rete televisiva, incluse La7 e Rai 3, ha trovato uno spazio in programmazione per trasmettere il film È stato morto un ragazzo, che descrive il pestaggio avvenuto durante un controllo stradale della polizia di Stato e il muro di gomma che ne seguì. Il processo ai colpevoli è stato possibile solo grazie alla rete a cui la mamma di Federico si rivolse subito dopo la morte di suo figlio

È stato morto un ragazzo  è approdato in televisione solo nel maggio 2011, un sabato in seconda serata su Rai3 (peraltro riscuotendo un risultato d’ascolto decisamente alto) e successivamente su Rai News diviso in due parti. Oggi è disponibile gratis on line, anche sul sito del Tg3, mentre l’associazione Articolo 21 torna a chiedere che il documentario venga trasmesso in tv dedicando una serata ai casi oscurati e ancora irrisolti di abuso di potere. All’appello potrebbe rispondere La7, che ha già trasmesso, la scorsa estate, il documentario di Maurizio Cartolano 148 Stefano mostri dell’inerzia, sul caso analogo del pestaggio di Stefano Cucchi. Questo l’appello di Articolo21 affinchè le tv generaliste trasmettano E’ stato morto un ragazzo:

Un film  non contro un’istituzione, ma a difesa dei diritti dei cittadini, per la trasparenza dello stato e per evitare che in futuro in Italia possano accadere altre morti assurde come quella di Federico. Un film importante, ed è per questo che riteniamo altrettanto importante che all’indomani della vergognosa manifestazione promossa da alcuni poliziotti a Ferrara, le emittenti televisive trasmettano il documentario di Vendemmiati

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *