Che tempo che fa: ospiti di sabato 13 aprile Gino Strada, Toto Cutugno e Cristiano De Andrè

By on aprile 13, 2013
gino-strada

text-align: center”>Che tempo che fa: ospiti di sabato 13 aprile

Che tempo che fa torna in onda sabato 13 e domenica 14 aprile con il consueto appuntamento delle 20.10 su Rai3: Filippa Lagerback introduce gli ospiti di Fabio Fazio di questa settimana, con le analisi climatiche ed ambientali a cura di Luca Mercalli, la rubrica d’attualità con le notizie ‘indimenticabili e imperdibili’ della settimana commentate da Massimo Gramellini e le interviste one-to-one. Nella puntata di sabato 13 aprile, ospiti di Che tempo che fa sono il fondatore di Emergency Gino Strada e i cantautori Toto Cutugno e Cristiano De Andrè.

Gino Strada, medico di fama internazionale e fondatore dell’associazione umanitaria Emergency, si è specializzato in chirurgia prima a Milano, poi in centri in Sudafrica, negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Ha operato in Etiopia, Tailandia, Gibuti, Somalia, Perù, Bosnia-Erzegovina con la Croce Rossa e nel 1994 ha fondato Emergency per offrire assistenza medico-chirurgica gratuita e di alta qualità alle vittime civili delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà. L’associazione ha conquistato un enorme prestigio internazionale in 19 anni di attività, durante i quali ha curato oltre 5 milioni di persone in Iraq, Eritrea, Cambogia, Afghanistan, Bosnia, Sudan. Ospite anche di TvTalk, Gino Strada presenta la campagna di Emergency La salute è un diritto per offrire cure gratuite ai migranti, agli stranieri e alle fasce più svantaggiate della popolazione italiana, lanciata dall’8 al 28 aprile. Strada è stato indicato dagli attivisti del Movimento 5 Stelle come uno dei possibili candidati alla Presidenza della Repubblica.

Che tempo che fa ospita stasera anche Toto Cutugno, cantante, compositore e conduttore televisivo, fra i cinque artisti italiani (insieme a Mina, Adriano Celentano, Luciano Pavarotti e Patty Pravo) ad aver venduto più di 100 milioni di dischi nel mondo. Nella sua carriera ha preso parte a 15 edizioni del Festival di Sanremo, vincendo quella del 1980 e qualificandosi secondo per ben sei volte. Quest’anno ha partecipato alla prima serata del Festival insieme al Coro dell’Armata Rossa per festeggiare i 30 anni del suo maggior successo L’italiano. Sul palco dell’Ariston ha omaggiato Domenico Modugno cantando Nel blu dipinto di blu. Fabio Fazio ospita anche Cristiano De André, figlio del grande Fabrizio, che il 2 aprile ha pubblicato il suo nuovo album, Così in cielo come in guerra, che contiene nove brani inediti più la versione italiana di Le vent nous portera dei Noir Désir. A Che tempo che  fa eseguirà, accompagnato dalla sua band, Non è una favola, il primo singolo tratto dal nuovo album.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

2 Comments

  1. rossella

    aprile 14, 2013 at 13:53

    Gino Strada e’ davvero un orgoglio nazionale.
    Nel bene e nel male Grillo ha portato alla ribalta temi seri.
    Certo all’inizio l’interazione con ul blog mi sembrava una cosa fuori dal mondo.
    Invece ha riacceso il dibattito politico.
    Questi nomi proposti alla Presidenza della Repubblica forse non saranno il futuro della politica ma danno un indirizzo a tutti gli schieramenti.
    Io stimo molto Emma Bonino perche’ e’ una donna che ha dato uno schiaffo all’antipolitica e ha dimostrato che non esistono macchine del fango e che si puo’ fare politica con coerenza. Da questo al Colle c’e’ una storia politica di mezzo che e’ caratterizzata da un impegno “radicale” rispetto a grandi temi.
    Penso che la stessa Bonino quando ha sentito il suo nome ha avuto piu’ di qualche perplessita`.
    Il Presidente della Repubblica dovrebbe essere eletto dalla gente perche’ ho notato che la nostra storia repubblicana si ferma su questo punto. Fin dalla nostra infanzia ci appare come un simbolo che sta alle spalle della maestra. Invece lui e’ molto di piu’… Se lui rimanda alle camere una legge sollecita l’opinione pubblica e per farlo dovrebbe essere scelto all’unanimita’.

  2. Barbara

    aprile 14, 2013 at 14:49

    ma chi è il barboun nella foto?!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *