Concerto 1 Maggio, Elio e Le Storie Tese nel cast degli artisti

By on aprile 25, 2013
Elio e Le Storie Tese live

text-align: justify”>Elio e Le Storie Tese live

Elio e Le Storie Tese anche quest’anno al 1 Maggio: un tocco di lucida follia al “concertone” di Piazza San Giovanni. Alla fine ha risposto positivamente, il gruppo simbolo dell’ironia in musica, all’invito ufficiale degli organizzatori dell’edizione 2013 della kermesse di artisti per la Festa del Lavoro celebrata a Roma dai sindacati confederali. Dopo l’exploit sanremese con la spumeggiante “Canzone mononota” apprezzata da spettatori e critica al punto di sfiorare la vittoria finale, gli Eelst avevano ripreso il filo delle vecchie passioni, sfornando proprio a poche settimane dal concerto capitolino l’irriverente “Complesso del primo maggio”, qualcosa di molto simile da un anti-inno della rituale rassegna musicale organizzata annualmente da Cgil, Cisl e Uil.

Per Elio e Le Storie Tese si tratta di un gradito ritorno, essendo stati protagonisti di svariate esibizioni live sul palco della triplice sindacale, da vent’anni a questa parte, tra impegno sociale e satira a tutto campo. Nonostante le serie difficoltà iniziali (soprattutto a livello di budget, come testimoniato dalle vibranti polemiche del mese scorso), la manifestazione radunerà anche stavolta volti noti dello spettacolo e gruppi emergenti per tutti i gusti, dal rock italiano al folk dalle sonorità balcaniche, dall’etno-dub al pop, con una cornice di pubblico che si annuncia non molto al di sotto del “tradizionale” mezzo milione di presenze.

elio-e-le-storie-tese-in-concerto

Il fascino del grande evento live di Piazza San Giovanni, rimasto pressochè immutato col passare del tempo, continua a trascinare migliaia di giovani appassionati di musica dagli angoli più lontani dell’Italia (del sud in particolare) verso la Capitale per celebrare nel modo più festoso la ricorrenza del 1 Maggio. A guidare in prima persona la maratona sarà la “sorpresa” Geppi Cucciari, chiamata a portare dalla tv alla piazza quell’inconfondibile mix di femminilità e spiazzante “cattiveria” da fustigatrice dei vip che dagli inizi a Zelig fino al salto da solista su La 7 ha fatto scuola a livello di comicità e tecnica di conduzione fuori dagli schemi.

Nel cast, oltre ai ritrovati “Elii”, ci saranno tra gli altri Max Gazzè, Marta Sui Tubi, Africa Unite, Motel Connection, i Ministri, Management del Dolore Post Operatorio e Marco Notari, Enzo Avitabile e i Bottari, Cristiano De Andrè, molti dei quali voluti fortemente da Marco Godano, responsabile artistico dell’organizzazione del concerto 2013 ed in prima linea nella non facile promozione dell’evento da qualche mese a questa parte, tra mille ostacoli ed incomprensioni più o meno clamorose con grandi sponsor ed interlocutori istituzionali, Enel e Comune di Roma in primis.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

One Comment

  1. rossella

    aprile 25, 2013 at 13:01

    Mi aspettavo una conduzione diversa. Anche Chiambretti e’ molto sul pezzo! Premetto di non amare la comicita’ della Cucciari: sara’ un mio limite! Pero’ in questo caso non e’ un fatto di sensibilita’ artistica! Trovo che Chiambretti sia geniale… Se non sbaglio e’ stato ha ospitato anche Pino Scotto… Grandissimo! Secondo me il concertone dovrebbe essere aperto anche a questi artisti che nella loro irriverenza lasceranno sicuramente un contributo interessante! Dai Vanadium a Buena suerte: fantastico! Magari a primo acchitto sembra il classico personaggio… Pero’ se si avvalesse di un linguaggio meno pittoresco sarebbe meglio! Ha suonato anche all’Arena di Verona, parafrasando una sua canzone: cuor di nitroglicerina e di rugiada!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *