Koh-Lanta: si suicida il medico del reality Thierry Costa per le polemiche dopo la morte di un concorrente

By on aprile 4, 2013

text-align: center”>Koh-Lanta: si suicida il medico del reality Thierry Costa

Koh-Lanta è già statto ribattezzato dai media francesi come “reality maledetto“: dopo la tragedia di due settimane fa, quando il concorrente Gerald Babin è morto di infarto durante la prova del naufragio, una delle più dure previste dall’adventure game in onda sul canale TF1, il medico dello show si è tolto la vita in seguito alle polemiche sui soccorsi del ragazzo.

Thierry Costa, chirurgo francese trentottenne, era uno dei medici del team di Koh-Lanta: era stato lui a soccorrere per primo Gerard Babin, rianimandolo dopo il primo malore. Poi però il ragazzo non ce l’ha fatta e in Francia sono rapidamente montate le polemiche sulla sicurezza del reality. Polemiche che hanno toccato nello specifico Thierry Costa: la trasmissione d’inchiesta Arrêt sur images ha raccolto delle testimonianze interne alla produzione del reality e sulla base dei documenti della scaletta ha ricostruito la tragedia di Babin, avanzando sospetti molto seri sull’operato di Costa. L’uomo non ha retto alle accuse di negligenza e si è tolto la vita, spiegando le motivazioni del suo gesto in una lettera accorata alla famiglia…

Koh-Lanta era già stato sospeso dopo la morte del giovane concorrente Gerard Babin: il medico che lo aveva soccorso si è suicidato nell’albergo in cui il cast e la produzione erano ospiti in attesa di fare ritorno in Francia. Nella lettera di addio spiega di aver curato Babin “in maniera rispettosa, come un paziente e non come un concorrente“, seguendo la deontologia professionale. Poi ha spiegato di non poter sopportare sospetti sulla sua persona e ha lasciato l’estremo saluto prima di togliersi la vita:

Sono state diffuse accuse e supposizioni ingiuste contro di me. In 20 anni di carriera ho sempre lavorato tanto, rispettando i miei pazienti, amando la medicina, seguendo il giuramento di Ippocrate (…) Non potrei più incrociare uno sguardo in Francia patria senza domandarmi se sia pieno di sfiducia nei miei confronti (…) Io mi addormento sereno stasera senza nessun rancore, neanche contro i media. Dover ricostruire la reputazione distrutta mi sarebbe insopportabile. E’ la mia unica scelta possibile“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *