La7 da record nel 2013: i successi di Crozza, Santoro e Mentana

By on aprile 9, 2013
mentana-geppi-cucciari

text-align: center”>La7 da record nel 2013 con Crozza, Santoro e Mentana

La7 e La7d hanno aperto alla grande  il 2013: il network di Urbano Cairo ha segnato una crescita confortante nel generale panorama di crisi per la televisione generalista. E nonostante qualche flop in palinsesto, inizia il nuovo anno con prospettive più che allettanti. Lo annuncia una nota stampa della società: il Network La7+La7d ha raggiunto il 4,64% di share media nel totale giornaliero e il 6% di share in Prime Time, segnando una crescita, rispettivamente, del 24,7% e del 47,8% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Il primo trimestre di La7 si è aperto nel segno dei record: unica tv generalista con la share media in aumento, in questi primi mesi del 2013 ha messo a segno una serie di primati. La sola La7 ha superato in Prime Time il 5% di share per 44 volte e il 6% in 32 serate. In particolare, il mese di marzo é stato il migliore di sempre nella storia dell’emittente, quello che ha segnato per la prima volta il suo ingresso tra le sei reti nazionali grazie ad una share media del 5,88% in Prime Time. Merito della qualità dei suoi programmi e della costante attenzione all’attualità. Il TgLa7 del direttore Enrico Mentana ha ottenuto una media del 7,9% di share e anche l’Access Prime Time, grazie a Otto e Mezzo, si attesta in crescita con una share media al 7,1% a marzo. Sempre nello stesso mese si è registrato un autentico boom di ascolti per Maurizio Crozza e il suo show del venerdì sera Crozza nel Paese delle Meraviglie: la puntata del 15 marzo ha ottenuto una share del 12,7%, record assoluto per il programma, che in generale nel primo trimestre 2013 si è attestato come il secondo più visto nella propria fascia con una share media dell’11,1%. Ma sono tanti i programmi di prima serata che hanno registrato ascolti record per La7

La7 conferma la sua vocazione all’attualità con i due programmi di punta dell’informazione, Piazzapulita e Servizio pubblico (i cui conduttori sono stati recentemente in polemica per la questione Grasso-Travaglio): il programma di Michele Santoro è spesso il terzo più visto del giovedì con una share media del 15,7%. Inutile sottolineare che il record storico, tanto per Santoro che per La7, lo ha registrato la contestata puntata del 10 gennaio scorso che ha visto ospite Silvio Berlusconi (33,59%). Numeri inferiori per Piazzapulita, che comunque viaggia spedita negli ascolti nella sua nuova collocazione del lunedì, con una media di share del 6,9%: anche in questo caso il record stagionale è dovuto ad una puntata speciale, quella con ospite il Presidente del Senato Pietro Grasso che si è difeso dalle critiche di Travaglio (9,1%). Gad Lerner, spodestato dal lunedì sera col suo Infedele, ha ritrovato nuova linfa con Zeta, il nuovo programma del venerdì in seconda serata: anche grazie al traino di Crozza, il giornalista registra una share media del 5,6%. La stagione in corso è stata certamente la migliore di sempre per Daria Bignardi e il suo storico talk: Le Invasioni Barbariche portano a casa un’ottima media del 5,1% di share (con record stagionale al 6%). Cifre importanti, considerando la costante contrazione del mercato pubblicitario e la crisi generale delle tv generaliste. Cifre che Urbano Cairo dovrà tenere in considerazione nel suo piano industrale, atteso per giugno, visto che La7 è stata in grado, unica nel suo genere, di avviare un’inversione di tendenza, come ha spiegato l’amministratore delegato Marco Ghigliani:

Alla luce dei risultati illustrati, la rimodulazione del palinsesto e la politica di contenimento dei costi, attuata negli ultimi mesi, si è dimostrata una scelta vincente per rendere il Network La7 ancora più efficiente sul fronte degli ascolti: facendo leva sulla sua riconosciuta vocazione editoriale, infatti, La7 e La7d confermano la propria capacità di lettura e di racconto della realtà e dell’attualità in un momento particolarmente importante per la vita del nostro Paese

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *