Luciana Littizzetto a Che tempo che fa, la letterina a Napolitano (video): “Fatti eleggere Re Giorgio”

By on aprile 22, 2013

text-align: center”>Luciana Littizzetto a Che tempo che fa, la letterina a Napolitano: "Fatti eleggere Re Giorgio"

Luciana Littizzetto ha dedicato il suo monologo della puntata di Che tempo che fa di domenica 21 aprile all’elezione del Presidente della Repubblica. Inevitabile commentare il fatto della settimana, anche se ormai sui social network e in tv si è detto tutto e il suo contrario, tanto che anche l’ironia rischia di suonare già sentita. E’ successo, con qualche battuta sulla first lady Clio o i traditori del dimissionario Bersani, già lette su Twitter o ascoltate proprio a Che tempo che fa da Massimo Gramellini. Ma poi la conclusione ha riportato il marchio di fabbrica della Littizzetto, la “letterina” ai politici, nel caso specifico al neoeletto (ed anche uscente) Presidente della Repubblica.

Per commentare la rielezione di Giorgio Napolitano al Quirinale, Luciana Littizzetto ha infornato un po’ di battute sui parlamentari, sui partiti, sulla signora Clio, sul Pd e Berlusconi, su Rodotà e così via:

Vediamo i dati positivi, almeno hanno lavorato: son tre-quattro giorni che lavorano dopo cinquanta giorni che non fanno una mazza (…) Comunque l’elezione del Presidente della Repubblica è meno scenografica rispetto a quella del Papa: non ci sono camini, non ci sono fumate, fumano solo i mar**i dei cittadini (…) Diciamo che c’è stata l’elezione per sfinimento, la Boldrini sembrava dicesse il rosario: Franco Marini, prega per noi, Marini Franco, prega per noi (…) Marini non è passato, ma era un nome del Pd che andava bene anche al Pdl. La domanda sorge spontanea: chi è che consiglia le soluzioni a Bersani, Schettino?“.

Il video del monologo di Luciana Littizzetto subito dopo il salto.

 

http://youtu.be/_Tlf1NLbnaw

Luciana Littizzetto ha ironizzato anche sulla moglie di Napolitano, la signora Clio, costretta a rimanere al Quirinale quando era già pronta con “lo zaino e la crema solare” per una bella vacanza a Capri col consorte. Invece, nulla di fatto, non si trova un nuovo Presidente e tocca restare al Colle:

La più incazzata di tutti è la povera Clio. Come farà adesso? Aveva già impacchettato tutto! Potrebbe farsi aiutare da Bersani a sversare gli scatoloni, che almeno fa qualcosa di utile

Poi l’ironia su Milena Gabanelli, che di lì a poco si sarebbe collegata col programma commentando la sua candidatura a Presidente della Repubblica da parte degli iscritti al Movimento 5 Stelle. La Littizzetto l’avrebbe vista bene nel ruolo di Capo dello Stato, ma non sarebbero mancati gli inconvenienti:

Io comunque avrei voluto che passasse la Milena (…) ti immagini il discorso di fine anno della Gabanelli? 20 querele, 12 mila denunce, i corazzieri li avrebbe fatti alti 1.50 per risparmiare sulla stoffa

Infine, la lettera a Napisan, con l’invito a non perdere la pazienza e a sopportare questa “massa di cialtroni” che non hanno potuto fare a meno di richiamarlo a svolgere un compito ormai concluso. E proprio per Napolitano, la Littizzetto ha un consiglio pratico:

Fatti eleggere direttamente re, Re Giorgio, così mandi tutti a cag*** e fai quel che ti pare (…) Napolitano torna al Quirinale, si fa il nome di Amato per Palazzo Chigi, se le gemelle Kessler accettano una prima serata su Rai Uno, siamo veramente un paese proiettato verso il futuro!

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *