Margaret Thatcher, speciale La Storia Siamo noi: “La lady di ferro, l’ultimo complotto”

By on

text-align: center”>Margaret Tatcher, speciale La Storia Siamo noi

Margaret Thatcher ha fatto la storia del Regno Unito nella seconda metà del ‘900: con i suoi undici anni di governo ininterrotto, dal 1979 al 1990, ha governato più di qualsiasi altro primo ministro inglese del XX secolo, ed è stata la sola donna a ricoprire questa carica finora. Liberista convinta, mito dei conservatori di tutto il mondo, esempio di decisionismo politico e coraggio anche nell’essere impopolare, la Thatcher ha visto sgretolarsi il suo “regno” in pochi giorni sotto i colpi durissimi inferti dai suoi stessi alleati. La Storia Siamo Noi, in onda martedì 9 aprile, alle 23.30, su Rai2, dedica alla sua figura una puntata speciale dal titolo “La lady di ferro, l’ultimo complotto” per raccontare a poche ore dalla scomparsa la storia della sua ascesa ma soprattutto della sua terribile caduta.

Margaret Thatcher, da Primo Ministro del Regno Unito, ha gestito la Guerra delle Falkland, la protesta dei detenuti politici dell’IRA culminata con la morte di Bobby Sands e la lotta all’apartheid in Africa. Odiata dai laburisti e dalla sinistra di tutto il mondo perchè accusata di aver smantellato lo stato sociale e di aver fatto pagare il prezzo dello sviluppo economico ai più deboli, creando profonde disparità sociali che non si sarebbero mai ricomposte, ha avuto un ruolo chiave nel rivendicare l’isolazionismo dell’Inghilterra rispetto all’Europa e avviò rivoluzione conservatrice parallela a quella di Ronald Reagan negli Stati Uniti, aprendo la società britannica a un’economia ultraliberista e competitiva. Ma quello di cui si parla nella puntata de “La Storia siamo noi” dedicata alla Tatcher sono piuttosto i retroscena della “congiura” che segnarono la sua caduta dopo tre mandati consecutivi.

Margaret Thatcher si vide costretta ad arrendersi dopo l’isolamento al vertice europeo di Roma, le dimissioni del suo vice Howe, la sfida di Heseltine, che la portarono a quel fatidico 28 novembre 1990 quando lasciò con le lacrime agli occhi Downing Street. Un’umiliazione finale che non influisce sullo straordinario impatto (positivo per i conservatori, critico per i progressisti, disastroso per la sinistra radicale) di una politica che ha trasformato per sempre il Regno Unito. La Lady di ferro, come è stata definita, è scomparsa dopo una lunga malattia e in seguito a un ictus all’età di 87 anni. La sua vita è stata raccontata dal pluripremiato film The Iron Lady, diretto da Phyllida Lloyd e in onda martedì 9 aprile alle 13.45 su Sky Cinema Hits HD (e disponibile anche su Sky On Demand). Nei panni dell’ex Primo Ministro britannico c’è Meryl Streep, che grazie alla sua interpretazione ha ricevuto l’Oscar nel 2012 come Miglior Attrice Protagonista.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *