Mastrangeli torna in tv per difendersi dalle accuse del M5S: “Espulsione illegittima”

By on aprile 23, 2013
Movimento 5 Stelle, Marino Mastrangeli

text-align: center”>Movimento 5 Stelle, Marino Mastrangeli

Marino Mastrangeli è ormai a un passo dall’espulsione, ma continua a dare battaglia in tv e nelle assemblee politiche contro una decisione a suo avviso illegittima perché non c’è stata violazione del regolamento”. In punta di diritto, il “grillino ribelle” ha provato a far valere un’interpretazione restrittiva del codice di comportamento del M5S, che secondo la maggioranza dei rappresentanti “pentastellati” vieterebbe tout court la partecipazione ai talk show televisivi, senza spazio per formule compromissorie come quella proposta in programmi come Piazza Pulita, Quinta Colonna e Pomeriggio Cinque, dove il senatore laziale interveniva in qualità di ospite in collegamento, dialogando col solo conduttore in una sorta di finestra interna ad hoc.

L’espulsione di Mastrangeli, data per certa dopo il verdetto emesso ieri sera dall’organismo decisionale interno ai 5 Stelle, non sarà operativa prima di un paio di settimane, considerato che sulla proposta di allontanamento dell’eletto dal Movimento si dovranno pronunciare gli iscritti attraverso un’apposita votazione online. In attesa della ratifica o della revisione dell’atto, si sono mossi gli avvocati dell’interessato, convinti che ci sia spazio per un ricorso legale oltre che per una denuncia strettamente politica.

Il caso del primo (possibile) espulso dal gruppo del M5S, com’era ampiamente prevedibile, è rimbalzato prepotentemente nei palinsesti televisivi di Rai, Mediaset e La7, dove lo stesso parlamentare ribelle ha approfonditamente esposto al pubblico televisivo le proprie ragioni mantenendo il punto sui paletti della normativa che disciplina i diritti e i doveri dei rappresentanti a 5 Stelle in occasione delle apparizioni pubbliche. A poche ore dall’assemblea grillina, si sono mosse diverse trasmissioni per intercettare il senatore di Latina, intervistato prima da Paolo Del Debbio all’interno di Quinta Colonna (Rete 4) e poi in mattinata da Mirta Merlino per L’Aria che Tira (La 7), passando per una fugace apparizione alle telecamere di Tg3 Linea Notte (condotto da Maurizio Mannoni) proprio a margine della concitata riunione operativa per la cacciata del “presenzialista tv” dal movimento fondato da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio. Tra i punti più controversi della vicenda, secondo alcuni commentatori ed una parte dei simpatizzanti “grillini”, ci sarebbe la mancata applicazione di sanzioni nei confronti del capogruppo a Palazzo Madama Vito Crimi, protagonista di una discussa intervista concessa a Bruno Vespa in una puntata di Porta a Porta dedicata alle trattative (presto fallite) per la formazione di un governo a guida Bersani.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

One Comment

  1. Pingback: Presenze ai talk show, Mastrangeli espulso dal M5S dopo il voto online degli iscritti | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *