Roberto Benigni battuto da Iris: “Tutto Dante” sprofonda al 2,53%. Rai2 corre ai ripari

By on aprile 6, 2013

text-align: center”>Roberto Benigni flop con Tutto Dante

Per Roberto Benigni l’Inferno, più che quello di Dante, è quello degli ascolti: il suo spettacolo in cui spiega e declama alcuni canti della Divina Commedia è letteralmente sprofondato nell’ultima puntata trasmessa su Rai2. Tutto Dante ha esordito in sordina sei settimane fa all’8,56% di share e non ha mai risalito la china. Anzi. Già alla terza puntata aveva dimezzato lo share al 4,05%, per poi arrivare al disastro della sesta puntata in onda mercoledì scorso, con il 2.53% di share e poco meno di 750 mila telespettatori. Rai2 è stata battuta sia da Rete4 con The Closer (un milione e mezzo e il 5.46%), sia da La7 con Le Invasioni Barbariche di Daria Bignardi (un milione di telespettatori, 4.23%). Ma la notizia clamorosa è che perfino il canale tematico Iris ha scavalcato Tutto Dante con il film Black book, conquistando 815 mila telespettatori e il 3.06% di share.

Roberto Benigni battuto da Paul Verhoeven: il film del regista olandese ambientato durante la seconda guerra mondiale ha dato lo scacco matto al nostro premio Oscar. Sorpasso che Mediaset ha annunciato con giubilo, in un comunicato stampa che non ha mancato di sottolineare la portata storica dell’evento:

Il film di Iris ha raccolto in prima serata più telespettatori del programma di Rai2. È la prima volta che una rete tematica nativa digitale supera in ascolti un canale generalista storico

Roberto Benigni è ben lontano dai numeri a due cifre che ha collezionato con i suoi speciali su Rai1 come quello dedicato alla Costituzione italiana (La più bella del mondo). Le registrazioni di Tutto Dante, realizzate in Piazza Santa Croce a Firenze quest’estate, per il momento hanno resistito al ventilato spostamento in seconda serata. Mossa che Rai2 ha deciso di non fare. Vuoi per il prestigio dell’artista e la qualità del prodotto, vuoi per l’influenza del suo manager Lucio Presta e per l’investimento milionario nel progetto. Eppure un provvedimento sarebbe stato preso. Secondo Tvblog Rai2 avrebbe deciso di concentrare le restanti sei puntate di Tutto Dante in tre appuntamenti settimanali (due a sera), sempre al mercoledì e in prima serata. Una corsa ai ripari, in modo da accorciare la permanenza di Benigni in palinsesto e limitare i danni dei bassi ascolti.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. Rossella

    aprile 6, 2013 at 20:21

    Mi sembra un’eresia associare la parola flop al Sommo Poeta! Penso che questo prodotto avrebbe dato grandi soddisfazioni sulla prima rete. E’ un fatto d’identità: si chiama Rai Due! Quando penso a questo canale ritorno con la memoria ad Anna dai capelli rossi, Quando si ama, Santa Barbara, Al posto tuo, Incantesimo. Se approfondiamo tutti questi programmi ci rendiamo conto che Rai Due è una rete che nell’immaginario collettivo rappresenta una via di mezzo tra Chi l’ha visto e Porta a porta. Si deve rimanere in questi parametri senza creare ambiguità. The Voice incarna questo spirito. Anche Milly Carlucci sarebbe perfetta per condurre un talent su Rai Due. Non ho mai capito perché i talent non prendano in considerazione una realtà che è molto vicina al mondo dei giovani. Moltissimi adolescenti frequentano istituti professionali per approfondire questa disciplina e le televisione generaliste dedicano pochissimi segmenti all’Alta Moda. Forse solo TG 2 costume e società tratta il mondo della moda in una fascia oraria accettabile. Non ci resta che Beautiful!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *