The Voice of Italy: ascolti quinta puntata. Promossa anche la nuova fase delle ‘battles’

By on
Foto dei giudici di The Voice of Italy

text-align: justify”>Foto dei giudici di The Voice of ItalyTHE VOICE OF ITALY: ASCOLTI QUINTA PUNTATA, FASE BATTLE. Ieri sera è iniziata una nuova fase per il nuovo reality show di Rai Due, stiamo parlando delle battaglie: scontri tra due concorrenti della stessa squadra che duettano su una canzone. Alla fine è il coach della propria squadra a decidere chi può andare nella fase del live show e chi invece deve abbandonare il programma. Ieri sera il programma ha fatto registrare una media di 3.694.000 telespettatori per uno share del 14,13%, risultando il secondo programma più visto della serata. Il reality di Rai Due ha battuto la concorrenza di Canale 5 e La Banda dei Babbi Natale, film di Aldo, Giovanni e Giacomo che ha avuto un grande riscontro al cinema. Ieri sera quindi sono arrivate le prime scelte importanti per i giudici che stanno selezionando i concorrenti che porteranno effettivamente alla fase in diretta del programma.

The Voice of Italy: la quinta puntata. Raffaella Carrà ha fatto le sue prime 3 scelte e ha deciso di far proseguire l’ avventura nel programma a Stefania, Matteo e Paola. Anche Piero Pelù ha dovuto decidere per ben 3 volte chi tenere e chi eliminare, al live show faranno parte della sua squadra Danny, Francesco e Marica. Riccardo Cocciante ha scelto di tenere nella sua squadra Jessica, Giulia e Donato e infine Noemi, che ha fatto solo due scelte, porta alla show in diretta Giuliana e Flavio. Le battles continueranno anche per le prossime due puntate alla fine delle quali saranno formate definitivamente le squadre con le quali i coach affronteranno anche il voto del pubblico.

The Voice of Italy: promossa la nuova fase. Le blind auditions erano sicuramente la vera novità e il grande punto di forza del talent show di Rai Due, quindi il rischio del ‘già visto‘ si poteva iniziare a sentire a partire dalla puntata di ieri sera. In realtà la nuova fase delle battles si è rivelata molto interessante e anche questa innovativa. I concorrenti delle squadre hanno duettato tra di loro con alcune esibizioni riuscite davvero molto bene e alla fine la decisione è spettata solo al coach della squadra, mentre gli altri si sono limitati a commentare. The Voice è innovativo anche in questo: ogni coach forma la propria squadra tra una scelta vasta di cantanti e può decidere di portare al live show chi vuole senza dover avere l’ ok degli altri. Insomma The Voice si conferma come uno dei talent show più interessanti della tv italiana.

About Matteo Pagano

Nato a Casarano (Lecce) nel 1990, è il più giovane tra i Redattori. Frequenta nel Salento la Facoltà di Scienze della Comunicazione, si definisce socievole, ironico e simpatico. Non ha peli sulla lingua, non sopporta l'ipocrisia, ama scrivere ed ascoltare musica. La sua passione è esplosa al Liceo quando gestiva un giornalino di classe. Ha collaborato con giornali online di universitari e il suo rapporto con la tv è di amore-odio.
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *