Ballarò, anticipazioni 21 Maggio, Piero Grasso ricorda Giovanni Falcone

By on

text-align: justify”>A Ballarò Piero Grasso ricorda Falcone

BALLARO’ torna stasera 21 maggio con una nuova puntata in cui si tornerà a parlare del particolare momento politico all’indomani dalla formazione del Governo delle larghe intese formato da Pd e Pdl. Eppure questa alleanza già comincia a dare segni di scricchiolamento: a parte il totale disaccordo per l’alleanza tra gli elettori dei partiti, nei dibattiti in piazza gli schieramenti politici continuano a sfidarsi minacciando l’uno di rendere ineleggibile l’altro. A Palazzo Chigi  si continua invece sul fronte comune, e si discute ancora di  IMU e IVA e nonostante la fretta di formare un Governo ritenuta una necessità per il Paese sull’orlo del baratro, ancora non si sono visti provvedimenti concreti per risanare una situazione sempre più drammatica. A chi conviene dunque il Governo Letta?

A BALLARO’ stasera in onda alle 21.05 su Rai3 si cercherà di far luce proprio su questo attraverso l’ausilio degli ospiti in studio di Giovanni Floris. Durante la puntata inoltre per ricordare il ventunesimo anniversario della strage di Capaci in cui perse la vita il Magistrato Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo insieme agli uomini della scorta, il presidente del Senato Piero Grasso in collegamento con la trasmissione ricorderà la figura di Giovanni Falcone e ci sarà ulteriormente un intervento di Giuliano Amato.

ballaro-studio

Tra gli ospiti di Giovanni Floris il ministro degli Affari Regionali Graziano Delrio, Alessia Mosca del PD, Anna Maria Bernini del PdL, l’economista Giacomo Vaciago, la blogger Lidia Undiemi, Gianluca Pini della Lega Nord, l’editorialista di Repubblica Giovanni Valentini, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli. In apertura di puntata non mancherà inoltre la copertina satirica di Maurizio Crozza, che come al solito accenderà gli animi dando inizio alle danze.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *