Cambio Casa, Cambio Vita! Andrea Castrignano torna su La5 con la terza stagione

By on maggio 14, 2013

text-align: center”>andrea castrignano La5

CAMBIO CASA, CAMBIO VITA: AL VIA LA TERZA STAGIONE – Casa dolce casa, agogniate mura di cemento che tolgono il sonno in vista della scadenza IMU, ma che non distruggono la voglia di viverci dentro e di ricreare il proprio ambiente con fantasia e creatività (senza mai dimenticare di controllare il portafogli)… Ma quando sono i soldi ad esserci e la creatività a mancare? Beh, chi chiamare se non lui, Andrea Castrignano, l’occhialuto interior designer che ritorna per otto puntate su La5 con la terza stagione di Cambio Casa, Cambio Vita. Riprendono il via da questa sera le ristrutturazioni televisive di Castrignano, che ritorna a stravolgere ambienti ed appartamenti dopo due fortunate edizioni in giro per le abitazioni d’Italia della più svariata gente. Telecamere fisse su tutte le fasi del lavoro, dalla progettazione, alla realizzazione, alla casa finita, per fornire allo spettatore idee e suggerimenti su come rinnovare anche casa propria prendendo spunti dalle abitazioni ridisegnate da Andrea Castrignano.

andrea-castrignano-cambio-casa-cambio-vita-la5

RISTRUTTURAZIONI TRASVERSALI A CAMBIO CASA, CAMBIO VITA – Il possesso almeno di una casa di proprietà, in particolare il possesso della prima casa, oltre ad essere diventata  una vera propria bandiera politica da sventolare in campagna elettorale ed essersi tramutata quasi in un’ossessione, è in realtà da sempre nella nostra cultura un simbolo essenziale di indipendenza ed autodeterminazione. Con l’accavallarsi e il susseguirsi di situazioni critiche nell’economia e dunque nei consumi, la posizione del possesso della casa nella “scala dei valori” ha assunto posizione inversa rispetto all’effettiva possibilità di raggiungere l’obbiettivo; quest’ultimo è calato vertiginosamente, mentre l’esigenza di poter finalmente affacciarsi ad una finestra ed urlare “questa è casa mia” è progressivamente salita, finendo per far risultare ora paradossalmente la casa una sorta di bene di lusso. Pensare al benessere del proprio ambiente, per coloro che hanno la possibilità di ripararsi sotto un tetto che porta il proprio nome, è necessario per il benessere dell’inquilino stesso, per questo Castrignano prende in consegna non solo abitazioni di lusso ma anche appartamenti più modesti, quelli tipici dell’italiano medio:

Di questi tempi investire sulla propria casa è un modo per accrescere il valore di un bene che dura nel tempo. Non servono necessariamente grandi somme per migliorare l’ambiente in cui si vive e la qualità della propria vita, ma per i patiti del design saprò mostrare anche qualche ristrutturazione da sogno.

TALENTO E CREATIVITÀ NELLA TERZA STAGIONE DI CAMBIO CASA, CAMBIO VITA – Dal taglio degli spazi, all’ottimizzazione dell’ambiente, alle scelte di design, anche in questa terza stagione del programma non si trascureranno aspetti quali l’ecosostenibilità e il risparmio energetico, concetti ormai diventati comuni nel vocabolario delle ristrutturazioni, e che stanno diffondendosi nelle più diverse abitazioni a costi significativamente più accessibili rispetto al passato. Colori, gusto, talento e creatività sono gli ingredienti che compongono le mura ridisegnate dall’equipe di Cambio Casa, Cambio Vita, pronta a ritornare ogni martedì in prima serata su La5 con la terza stagione nelle case più anonime sparse per lo stivale alla ricerca di uno stile inconfondibile. Il programma è scritto da Andrea Castrignano e Federico Berg, con la collaborazione di Elena D’Arminio Monforte e Alberto Pattacini; Prodotto da Fedra Entertainment S.r.l., con Quadrio S.r.l.; produttore esecutivo R.t.i. Francesca Lucente, Max Pastore alla regia.

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

One Comment

  1. rossella

    maggio 14, 2013 at 18:39

    La casa e’ al primo posto della scala dei miei valori. La proprieta’ lrivata e’ un valore altrettanto nobile. Ovviamente quando e’ possibile. Del resto la casa e il lavoro dal mio punto di vista ti rendono completamente indipendente e ti consentono di avere una vita pubblica serena. Tanto poi te ne torni a casa! Forse le televisioni generaliste sottovalutano questo argomento. Si, alludono ai vani da arredare. In realta’ ieri su Arturo andava in onda una delle consuete interviste agli artisti che aprono le porte della loro casa, devo dire in maniera molto generosa. Ad esempio Foa’ fu piu’ schivo, proprio come me! Ebbene il protagonista di ieri concluse con una massima sulla felicita’. Io la penso come lui. La casa ha varie chiavi di lettura e concordo con lui: puo’ essere vissuta come una galera o come una tana. Dipende tutto dal nostro rapporto con la felicita’, con la solitudine e con la famiglia.
    Comunque e’ un tema serio.
    Vi consiglio questo programma di Arturo perche’ e’ illuminante. Per ciascuno la casa e’ un ambiente con determinate caratteristiche. Io ad esempio non amo i musei.
    La casa ti fa capire molto della persona… E’ come il primo appuntamento in pizzeria: se non mangia la pizza con le mani allora non ci sara’ un seguito!
    PS Ovviamente lasciate che a cominciare sia lui! Se e’ il caso adoperate pure le posate e poi… Bye bye!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *