Carosello Reloaded non piace: la Rai sfrutta il nome altisonante per rifilarci la solita solfa

By on
carosello reloaded flop rai

text-align: justify”>carosello reloaded flop rai

CAROSELLO RELOADED, VENDERE NUOVI SPAZI PUBBLICITARI PRENDENO IN GIRO IL PUBBLICO – Per settimane non si è fatto altro che parlare del ritorno su RaiUno del Carosello, uno fra i primi contenitori della nostra televisione che hanno mandato a letto intere generazione di italiani. Caratterizzato da spot favolistici ed irnoici spesso realizzati a mò di cartone animato, il Carosello in bianco e nero ha sicuramente fatto la storia del nostro Paese ma… Che ne dite se parliamo invece del Carosello Reloaded? Quello andato in onda per la prima volta ieri sera 6 maggio subito dopo Affari Tuoi? Parliamone.

Carosello Reloaded è stata una vera e propria presa in giro per i telespettatori del ventunesimo secolo visto che il nuovo contenitore ha avuto davvero ben poco a che fare con quello originale. Aver messo in fila quattro spot di cui 3 già visti e stravisti (se non fosse che sono andati in onda in una veste più estesa del solito) non ha fatto altro che far lamentare il popolo teledipendente. Non a caso, la moltitudine di tweet provocatori e arrabbiati hanno raggiunto in pochi minuti il social di microblogging Twitter.

carosello-reloaded-cartello

Nel primo appuntamento, abbiamo assistito allo spot Ferrero che prendeva in prestito dal vecchio Carosello il cartoon con Jo Condor e il Gigante per poi accostargli subito dopo il nuovo spot della nota cioccolata spalmabile, già in circolo da mesi sui primi sei canali del telecomando. Di seguito, abbiamo assistito al spot della Conad con la scena dell’uomo di famiglia che sveglia la compagna per dirgli che deve controllare la freschezza dei prodotti del supermarket e, prima di arrivare ad accarezzare le mele e a toccare le banane all’ortofrutta, passa daò giornalaio chiedendo Ma queste notizie sono fresche?“. Battute da denuncia.

Abbiamo potuto assistere anche ad un spot creato ad hoc della Wind dove, con immagini prese dalla quotidianetà del 2013 e dopo una sequela di frasi raccontate come neanche una poesia del Pascoli, ci viene propinato uno slogan apparentemente nuovo per la suddetta azienda telefonica: Chiarezza, trasparenza, semplicità. Unica nota positiva è stato lo spot di Eni che, afferrando la vera anima del Carosello, ha raccontato – con immagini in computer grafica – la favoletta del cane a sei zampe (logo del brand) e di una lucertola. Uno su quattro insomma. Del resto, siamo abituati ai flop della nuova gestione RaiUno.

Ma si sa… E’ stato facile riutizzare un nome altisonante per poter far fessi i telespettatori e, nel contempo, riuscire a vendere nuovi spazi pubblicitari. Di certo, gli italiani non hanno apprezzato. Bontà loro!

http://youtu.be/WHEDAsy2XO8

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.
Articolo aggiornato il

One Comment

  1. Mario Stropnik

    maggio 7, 2013 at 21:48

    successo, inventate o ripristinatele vecchie storie, magari adeguandole ai nostri giorni, altrimenti, per la seconda volta, come nel 1997, tale si rivelera’ un vero flop… e questo non lo dico solo io, ma tutti i soggetti che entusiasti, a,,e 21 e 10 erano incollati davanti al televisore…. Molto bella la sigla restaurata.Cari signori della pubblicita’: un vero complimento per la sigla iniziale, modermizzata ee adeguata ai nostri tempi, ma… Signore mio… se avete intenzione che Carosello assomigli al tradizionale, fate uno sforzo… apparte il “Gigante amico” della Ferrero che, pur essendo stato tagliato di almeno meta’ degli ultimi tradizionali Caroselli, gli altri tre sono stata una vera delusione.Che sia pure un reloaded, almeno le prime due trasmissioni nn sono piaciute per niente. Suvvia, potete farcela, ascoltate la voce dei possibili aquirenti… Mandate in onda degli spot che assomiglino a quelli di una volta, e vedrete il successo che otterrete… questa sembra la solita pubblicita’, solo che lo avete ribattezzato col nome di Carosello. Se volete che Carosello ritorni ad essere un
    Finche’ c’e’ ancora tempo, non fate in modo che anche questa volta la colonna portante della pubblicita’ non si riveli un flop, quindi CORAGGIO…. questa non e’ che la solita pubblicita’ allungata di un po’ col nome di Carosello. ASCOLTATE QUESTO CONSIGLIO PRIMA DI PENTIRVENE.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *