Come un delfino 2, Paolo Conticini: “Il punto forte della serie è la voglia di libertà”

By on maggio 15, 2013
foto dell'attore paolo conticini

text-align: center;”>foto dell'attore paolo conticini

COME UN DELFINO 2 – Ormai ci siamo, questa sera alle 21,10 su Canale 5 andrà in onda la prima delle quattro puntate della miniserie ideata e prodotta da Raoul Bova e basata sulla storia dell’ex nuotatore Domenico Fioravanti. Torneranno quindi le avventure dell’insegnante di nuoto Alessandro Dominici, interpretato dallo stesso Raoul Bova, che con i suoi Ragazzi del Sole sarà costretto a trasferirsi a Roma dopo che il boss Totuccio Scalese distruggerà la loro struttura, causando anche la morte di uno dei protagonisti. Ma anche nella Capitale avranno ancora a che fare con la malavita.

Tanti i temi toccati da Come un delfino 2 – tra cui doping, integrazione e mafia – che ha nel suo cast anche Giulia Bevilacqua (Anna)Maurizio Mattioli (Spartaco), Ricky Memphis (Don Luca)Paolo Conticini (Ugo)Marco Falaguasta (Enrico)Jacopo Cavallaro (Nasca)Gianluca Di Gennaro (Andrea)Tommaso Ramenghi (Nico)Andrea Troina (Bernardo), Jack Petrazzi (Rocco)Federico Costantini (Marco Boschi)Alan Cappelli (Giacomo)Lorenzo De Angelis (Simone), Domenico Balsamo (Luca), Diego D’Elia (Filippo), Tony Sperandeo (Totuccio Scalese) e Valentina Imperatori (Marina).

foto-paolo-conticini

Intervistato dal blog Il Sussidiario, Paolo Conticini (che nella miniserie interpreta l’ex manager di Alessandro Dominici), ha detto la sua in merito a questa seconda stagione del programma, mostrandosi alquanto entusiasta per la regia di Raoul Bova. “Gli attori sono tutti molto legati tra loro, e io ho avuto l’opportunità di vestire i panni di un personaggio mai fatto prima, anche se non ci saranno dei cambiamenti, e Ugo resterà sempre un cattivo. Nella prima puntata, ha rivelato, ci saranno delle grosse novità, azione e sentimento, la serie ha un buon ritmo”, ma il vero punto forte di Come un delfino 2 è la voglia di libertà che viene fuori. Non solo, è importante il messaggio che si vuole trasmettere, e cioè che la mafia non si combatte solo attraverso la polizia, ma anche tramite le azioni di uno sportivo e i buoni propositi.

Paolo Conticini ha concluso l’intervista augurandosi che il ritardo della messa in onda della seconda stagione di Come un delfino non influenzerà negativamente sul pubblico che – ricordiamo – nel 2011 ha seguito la miniserie in circa 7 milioni.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *