Emozioni: stasera su Rai Due lo speciale dedicato a Renato Zero

By on maggio 22, 2013
foto del cantante renato zero

RENATO ZERO sarà il prossimo ospite di EMOZIONI, il programma di Rai Due dedicato alla musica. L’artista romano è reduce dal successo ottenuto con il suo tour, tant’è che dal prossimo 10 settembre tornerà con altre otto date in giro per l’Italia (qui i dettagli). Stasera 22 maggio alle 21 sul secondo canale della tv di Stato, verrà ripercorsa la carriera di Renato Zero, uno dei pilastri della musica italiana che da poco tempo (il 12 marzo) ha pubblicato il suo ventisettesimo album di inediti dal titolo Amo che ha già conquistato la vetta delle classifiche italiane.

Vedremo un Renato Zero alle prime armi al Piper di Roma, il locale dove ha cominciato da giovanissimo a esibirsi, per spostarci poi nei luoghi della sua infanzia, da via Ripetta al quartiere Montagnola nei pressi del Laurentino. Ed è proprio in quegli anni che il cantante usciva di casa con piume di struzzo e lustrini, sfidando una mentalità – quella delle borgate specialmente – che lo giudicava.

foto-renato-zero

Emozioni racconterà poi del rapporto di Renato Zero con gli zii e con la fede, senza dimenticare i rapporti di amicizia con personaggi importanti quali Don Lurio, Loredana Bertè, Mia Martini, Stefania Rotolo e Gianni Boncompagni, che fu il suo primo produttore nel 1967, anno in cui uscì il  45 giri Non basta sai. Il racconto della vita di Renato Fiacchini, in arte Renato Zero, proseguirà con le testimonianze di artisti illustri e personalità dello spettacolo come Ennio Morricone, Christian De Sica, Giorgio Panariello, Gigi D’Alessio, Renato Serio, Dario Baldan Bembo e Mariella Nava. Ampio spazio sarà dato anche ai fan dell’artista, i sorcini (o zerofolli).

Emozioni ci farà tornare negli anni 70, quando Renato Zero partecipò ai musical Hair e Orfeo 9, o quando ottenne il suo primo contratto discografico, fino ai suoi primi successi. Il programma di Rai Due intende soprattutto sottolineare la rivoluzione artistica alla quale l’artista romano ha contribuito notevolmente in quegli anni attraverso la trasgressione, la voglia di mettersi in gioco e la provocazione, elementi che fino a quel momento non erano mai stati concepiti in quella maniera. Il percorso artistico di Renato Zero proseguirà poi con i trionfi al cinema con Ciao Ni’, il rapporto con i genitori e con Lucy Morante, la televisione, la battaglia per Fonopoli, la rinascita degli anni 90, il tour dei record del 2004, la nascita della sua etichetta indipendente Tattica, i 60 anni e infine l’incredibile tour romano con un mese di permanenza al Palalottomatica di Roma.

Dopo gli Stadio, Alex Britti, Andrea BocelliMario Biondi con Giovanni Allevi, Emozioni torna con uno speciale su Renato Zero da non perdere assolutamente!

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

2 Comments

  1. SHATZELE

    maggio 23, 2013 at 12:03

    Vedere Renato Zero e commuoversi è tutt’uno! Renato è la voce del cuore è il ragazzo dei miei tempi, che con la sua voce ha cullato tutta la mia gioventù e mi rassicura nel mio andare verso la vecchiaia. E’ potente, smagliante, dolce, eclettico, è……..Renato Zero. Non esiste altro cantante al mondo che ti possa dare in termini di “anima” quello che ti da Renato. Vederlo ed entrare in un’altra dimensione è un attimo, ti prende e ti porta via con se, con il suo modo di fare, con il suo modo di essere, anche oggi che da uomo leggermente ageè, con i suoi vestiti seri, con i capelli “a posto” ti scuote ancora con le canzoni di ieri come se fosse la prima volta. Ti ringrazio Renato, ti ringrazio per tutto quello che mi hai dato.

    • Luca

      maggio 23, 2013 at 15:35

      Salve, pur non essendo un fan sfegatato di Renato Zero, devo dire che vedendo quasi tutta la trasmissione non ho potuto che apprezzare questa trasmissione che ha ripercorso la sua carriera fin dagli esordi. E’ stata davvero molto interessante!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *