Eurovision Song Contest 2013: Mengoni sconfitto dall’Europa, vince la Danimarca

By on maggio 19, 2013
marco mengoni eurovision song contest 2013

text-align: justify”>marco mengoni eurovision song contest 2013

MARCO MENGONI SETTIMO CLASSIFICATO ALL’EUROVISION SONG CONTEST 2013 – Era fin troppo chiaro che per vincere ad una manifestazione come l’Eurovision Song Contest, l’Essenziale non sarebbe bastato. Infatti, si è svolta ieri la finalissima della kermesse canora d’Europa per eccellenza con la vittoria, quasi al photofinish, della ridente Danimarca che con un brano misto fra pop e tradizioni popolari ha conquistato l’ambito trofeo, ceduto a fine serata alla cantante Emmelie De Forest dalla vincitrice della scorsa edizione, ovvero Loreen.

Premio di consolazione (si fa per dire) per il nostro Marco Mengoni che, salito sul palco di verde vestito, ha messo in scena una performance molto melodica e meno coreografica rispetto agli standard di quest’anno. Risultato: settimo posto; posizione conquistata anche grazie ai molti Paesi limitrofi al nostro territorio: Belgio 8 punti, San Marino 4 punti, Malta 8 punti, Francia 10 punti, Grecia 6 punti, Montenegro 6 punti, Slovenia 8 punti, Svizzera 12 punti, Croazia 8 punti, Albania 12 punti, Austria 10 punti. Un po’ più lontani grograficamente (ma neanche tanto, eh!), ci sono stati assegnati altri punti: Georgia 2 punti, Macedonia 10 punti,  Serbia 4 punti, l’Armenia 1 punto e la Romania 1 punto. Un settimo posto conquistato in Geografia più che in Educazione Musicale.

marco-mengoni-italy-esc-2013

Del resto la vittoria della Danimarca era abbastanza chiara fin dall’inizio: del resto gli stessi bookmakers hanno sottlineato più volte la possibile  vittoria della giovanissima De Forest che con il brano “Only Teardrops” è riuscita a coniugare un ritmo pop alle sonorità della tradizione popolare danese. Assieme a lei, una coreografia  molto minimale composta da strumentisti e tre coristi sullo sfondo. Probabilmente non sarà il tormentone estivo 2013 ma ha fatto una bella figura sul palco dell’Eurovision. Twitter ha ribattezzato la cantante danese come la nuova Shakira.

L’anno prossimo dunque l’Eurovision Song Contest (2014) si allontana da Malmö di circa 30 km. Qui sotto, il brano primo classificato.

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

8 Comments

  1. rossella

    maggio 19, 2013 at 12:32

    Era troppo chiaro? Io direi che la classifica smentisce quest’affermazione. Un testo di ampio respiro, uno dei migliori dell’ultima stagione. Chiaramente l’autore ha centrato il momento storico ma e’ stato penalizzato dalla sua giovane eta’.
    Penso che Mengoni andrebbe premiato a prescindere. Si tratta di un ragazzo degli anni ottanta che ha raccontato la soluzione di un conflitto di una generazione che ha almeno il doppio dei suoi anni. Penso che giovani con una sensibilita’ tanto acuta rappresentino il fiore all’occhiello del nostro Paese. Si leggono gli anni della sua formazione liceale. Ha individuato le contraddizioni della storia e attraverso l’esperienza personale ha elaborato una soluzione densa di speranza: l’essenziale! Ha toccato anche temi come il bene comune evidenziando talune incongruenze. La donna non e’ raccontata nel modo in cui spesso viene descritta. La donna non c’e’- non e’ una figura- ma e’ presente come individuo; ho apprezzato l’eclissi di quello che poteva diventare oggetto della storia… Un grandissimo equilibrio compositivo che sul piano reale diventa il simbolo di una parita’ che passa dall’assunzione delle proprie responsabilita’, nessuno delega la propria felicita’ o infelicita’!
    Certo, doveva cantarla un uomo piu’ maturo. Un giovane che fa autocritica e’ credibile solo se si tratta dell’erede di Giacomo Leopardi!

  2. Vito Tricarico

    maggio 19, 2013 at 17:30

    Sconfitta no dai, ora non esageriamo! Non saremo arrivati tra i primi 5, ma abbiamo fatto meglio dello scorso anno con un più che dignitosissimo settimo posto! In soli tre anni di presenza, dopo il ritorno abbiamo sempre saputo dire la nostra rimanendo ogni volta tra le prime dieci migliori d’Europa!

  3. vivien

    maggio 20, 2013 at 00:34

    Ma che sciocchezze!!! ma conosci l’ESC? Sentito mai parlare di block voting, di betting vote ed ancora peggio? un settimo posto luminoso, con tutta l’Europa che è corsa a scaricare il brano e l’album ora presente perfino su Itunes Costarica e con moltissimi che l’acclamano come il reale vincitore con frasi addirittura imbarazzanti per quanto sono elogiative! Primo di gran lunga tra i big 5 e Svezia compresa , con i tedeschi Cascada favoritissimi con un brano veloce e coreografico al massimo alla 24° posizione e con la famosa Bonny Tyler UK 19°…un po’ di informazione approfondita non sarebbe male!

  4. Andrew

    maggio 20, 2013 at 03:03

    E poteva mancare l’analisi senza senso di Giggggi Er Cazzaro?? Certo che no! Complimenti.. mia nipote saprebbe far di meglio.

    • Gigi

      maggio 20, 2013 at 18:49

      Di solito sono una persona abbastanza educata ma quando ricevo sfottò o, come in questo caso, insulti diretti solo perché espongo una mia opinione (da molti condivisa, per altro) preferisco zittirmi e non rispondere a tono.

      Mi chiedo solo cosa c’è di così falso nel dire che l’Italia ha conquistato tutti quei punti per pura posizione geografica che per i meriti conquistati sul campo. Attendo una sua risposta e… moderi il linguaggio. Grazie.

  5. Martin

    maggio 20, 2013 at 18:59

    Sconfitto? Mengoni ha fatto UN FIGURONE. Certo che continuare a scrivere di Eurovision senza saperne NIENTE è straordinario e devo dire che su questo sito, a questa firma, ne ho lette veramente di esilaranti!! Mengoni non è partito per vincere, è partito per fare bella figura e l’ha fatta, portando semplicemente sè stesso. A fine manifestazione, la delegazione è rimasta contenta del risultato, posso garantirtelo visto che conosco persone che erano lì a Malmo. La canzone che ha vinto era in testa alle previsioni dei bookmakers dal primo momento e lì è rimasta, non rubando niente, peraltro. Forse non era la migliore canzone, ma un pezzo estramamente eurovisivo. Ma non c’è niente da fare, qui si parte sempre col fatto che se sei numero 1 in Italia devi esserlo anche in Europa, senza pensare che l’Italia è l’ULTIMO paese dove arrivano i successi dei big europei, invece.

    PS Malmo dista da Copenaghen 16 km. La lunghezza del ponte di oresund.

  6. giglio

    maggio 19, 2014 at 18:30

    Marco ha fatto una bellissima figura portando classe ed eleganza ed un 7 posto è un risultato dovuto solo alla sua voce, cosa centra la posizione geografica, quando non si è obbiettivi e si vuol denigrare una persona.

  7. giglio

    maggio 19, 2014 at 19:06

    dopo un anno a Copednaghen Emma è arrivata 21 e non è cambiata la posizione geografica caro gigi hai sbagliato in pieni la tua analisi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *