Fabio Fazio al timone di Sanremo 2014? Le trattative galoppano e Fazio potrebbe dire Si

By on maggio 20, 2013

text-align: center”>fabio fazio a sanremo 2014

FAZIO ANCORA UNA VOLTA SUL PALCO DELL’ARISTON? – Squadra che vince non si cambia? Sembrerebbe la domanda giusta da porsi in merito alla prossima edizione del Festival Di Sanremo, che, a quanto pare, dovrebbe rivedere alla guida della kermesse nuovamente Fabio Fazio. Secondo un’indiscrezione trapelata dal settimanale Tv Sorrisi e Canzoni che verrà pubblicata sul numero in uscita domani, pare proprio che Fabio Fazio sia pericolosamente vicino ad una riconferma per l’edizione 2014 del Festival della canzone italiana. E non solo lui dovrebbe riaffacciarsi sul palco, ma tutto lo staff che quest’anno ha lavorato alla messa in piedi della manifestazione, Luciana Littizzetto compresa. In una nota d’anteprima pubblicata dal settimanale, si legge chiaramente:

Le trattative di Fazio con la Rai per l’edizione 2014 stanno procedendo a grandi passi verso il traguardo e, a quel che risulta a “Sorrisi”, rispettando il vecchio adagio “squadra vincente non si cambia”, sul palco dell’Ariston ritroveremo anche Luciana Littizzetto e il gruppo di lavoro al completo.

Dunque pare che la cosa sia ancora in fase di lavorazione, e la conferma non è arrivata anche perché, come dichiarato dallo stesso Fazio, “i tempi non sono ancora questi“, ma a quanto pare si stanno avvicinando a grandi passi.

caterina-caselli-luciana-littizzetto-sanremo

GRUPPO DI LAVORO RICONFERMATO AL COMPLETO? – Una riconferma totale di tutto lo staff prevederebbe anche il ritorno della prima scenografa donna che ha vestito il palco in occasione della kermesse. Dopo l’uscita di scena di Castelli, è approdata infatti per l’edizione 2013 Francesca Montinaro, vecchia conoscenza di Fazio che ha arredato anche lo studio che ospita Che Tempo Che Fa. Dal punto di vista della scenografia, nella scorsa edizione il vero grande cambiamento non è derivato dall’approdo di una donna, ma da ciò che quella donna è stata capace di costruire. Un cambio radicale rispetto al passato, minimalismo espresso a toni sensazionalistici e maggior coinvolgimento del pubblico, che finalmente si rendeva parte integrante della scena. Una scenografia sensazionale valorizzata appieno dalla regia di Duccio Forzano, altro protagonista del dietro le quinte che potrebbe ritornare se si giungesse realmente al Si di Fabio Fazio.

DOPPIE ESIBIZIONI CONFERMATE? – La musica ritornerebbe ad essere come l’anno scorso doppiamente protagonista, con il meccanismo delle doppie esibizioni che dovrebbe anch’esso ritornare, così come affermato dalle parole pubblicate da Sorrisi:

 Dovrebbe essere riproposta la formula della doppia canzone per ciascun cantante in gara.

Il meccanismo delle doppie esibizioni, grande novità portata dal genio di Fazio, è riuscito a spezzare la monotonia musicale alla quale il Festival di Sanremo ci aveva abituati, e l’ipotesi di un ritorno dello stesso sarebbe razionalmente comprensibile. Magari, dopo la prima esperienza di quest’anno, per il 2014 si potrebbe pensare di incidere con la gara, e far risentire al pubblico ed agli artisti stessi il brio delle eliminazioni, che nell’ultima edizione è mancato. E in tutto questo Fazio cosa dice? Ancora nulla, ci sta pensando, ma non si sbilancia… Eppure, qualcosa ci dice che cederà al corteggiamento ed il prossimo anno ritornerà su quel palco.

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

One Comment

  1. rossella

    maggio 20, 2013 at 20:10

    Sarei molto felice di saperlo al timone di questa manifestazione. E’ un artista completo. Infatti a Sanremo ha tirato fuori tutta la sua onesta’ intellettuale. Ricordo la copertina di Sorrisi nel numero in cui raccontava il suo “ritiro” estivo, un mezzo conclave alpino. All’Ariston ha portato in scena quella forma di straniamento, sembrava tra le nuvole. Molto efficace! Deve essere meraviglioso lavorare con lui. Se gli addendi rimangono gli stessi allora e’ meglio puntare su di lui, mi sembra molto consapevole. Ha fatto un capolavoro e il successo di Mengoni all’ESC e’ merito anche suo. Ha rispettato le esigenze di tutti e ha raccontato all’Europa un’Italia diversa e capace d’infondere ottimismo.
    Questi palchi sembrano poca cosa rispetto a quelli che propongono la musica d’arte. Pero’ non vanno sottovalutati perche’ rappresentano una vetrina internazionale della cultura popolare. Danno credibilita’ anche al resto del Paese e lo fanno a livello internazionale. Ottima la presenza di Carla Bruni. E comunque questa credibilita’ si puo’ spendere in molti ambiti. Penso al Maggio Fiorentino e a tante realta’ culturali che hanno bisogno di fondi e che in questo periodo faticano molto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *