Franca Rame, il funerale laico a Milano. L’ultimo saluto urlato da Dario Fo: “Ciao!”

By on maggio 31, 2013
dario-fo-franca-rame

text-align: center”>Franca Rame, il funerale laico a Milano. L'ultimo saluto di Dario Fo

Dario Fo ha detto addio alla compagna di una vita Franca Rame con un commiato a Milano. Si sono celebrati questa mattina i funerali in forma laica per la grande attrice di teatro e drammaturga, scomparsa mercoledì ad 84 anni. Migliaia di persone hanno accompagnato in corteo il feretro dal teatro Piccolo, dove era stata allestita la camera ardente per l’ultimo saluto all’artista, al Teatro Strehler di Milano dove si è tenuta la cerimonia alla presenza del marito Dario Fo, del figlio Jacopo e del sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Tantissime donne, molte personalità dello spettacolo, ma soprattutto tanta gente comune, che ha seguito Franca sul palco e nelle piazze, che ha sostenuto le sue battaglie per le donne e per la legalità, che l’ha amata come artista e come donna, che conserverà la sua incredibile eredità.

Franca Rame l’aveva scritto in una lettera aperta non molto tempo fa: al suo funerale avrebbe voluto tante donne vestite di rosso a cantare Bella Ciao. Il suo sogno è stato esaudito: un lungo corteo ha seguito la bara fino al teatro Strehler cantando l’inno partigiano e urlando “Ora e sempre resistenza“. Per poi assistere a quella che è diventata una vera e propria piéce a cielo aperto, il modo migliore per salutare Franca Rame. Commosse le parole del figlio Jacopo, che ha ricordato la difficoltà della madre nel mettere in scena Lo Stupro, il monologo sulla violenza sessuale subita nel ’79 da un gruppo di neofascisti. Poi ha concluso con un monito alla folla ricordando le parole della madre: “Se si sono estinti i dinosauri, si estingueranno anche le persone che non hanno amore né rispetto per l’umanità. Vorrei che andaste a casa con un po’ di fiducia, perché, come diceva mia madre Dio c’è ed è comunista. E io aggiungo che è anche femmina. L’ultimo saluto è affidato a Dario Fo (il video dopo il salto, ndr).

http://youtu.be/4qc3-ZI0eqY

Franca Rame, racconta il premio Nobel, aveva trovato un testo apocrifo dell’antico testamento e ne aveva tratto un racconto inedito sulla creazione di Adamo e Eva, un testo straordinario che conteneva la rivelazione in grado di cambiare per sempre le sorti del mondo: Eva era stata plasmata da Dio prima di Adamo. Un testo che Dario Fo recita sorridente alla folla e che si conclude con una massima di vita di Franca: “Pur di avere conoscenza, coscienza, dubbi e provare amore, ben venga anche la morte“. Poi l’addio straziante e commosso: “C’è una regola antica nel teatro: quando hai concluso non c’è bisogno che tu dica un’altra parola, saluta e pensa che quella gente che hai accontentato nel pensiero e nella parola ti sarà riconoscente. Ciao!

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. rossella

    maggio 31, 2013 at 20:51

    Mi piace leggere la parola femmina. Alle volte mi e’ capitato di sentire che e’ preferibile scegliere la parola “donna”.
    Pero’ la letteratura a questo propostito e’ molto chiara. Nostra Donna o la Vergine sono due espressioni di pari dignita’. Forse nella nostra cultura permangono una serie di tabu’.
    Questo spunto di riflessione e’ fuori luogo! Con Franca Rame se ne va l’artista coraggioso e franco! Dario Fo e Franca Rame restano emblematici in questo senso! Peraltro mi ha sempre stupito l’estrema umilta’ di un Nobel per la letteratura!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *