La prova del cuoco, sfida tra le note: Wilma Goich dichiara guerra ai fornelli a Sandro Giacobbe

By on maggio 26, 2013

text-align: center”>Wilma Goich

LA PROVA DEL CUOCO, SFIDA TRA LE NOTE: WILMA GOICH DICHIARA GUERRA AI FORNELLI A SANDRO GIACOBBE. Sfida in musica ieri nelle cucine de La prova del cuoco dove a scontrarsi a colpi di pietanze durante la gara dei cuochi sono stati Wilma Goich e Sandro Giacobbe, abbinati rispettivamente a Lorenzo Santi per la squadra del pomodoro e a Martino Scarpa per la squadra del peperone. A tavola per la squadra rossa: risotto al cacio d’alpeggio con marmellata di pomodori piccadilly e mandorle tostate e involtini di fesa di vitello ripieni di mortadella su passata di piselli. Per la squadra verde: trofie ai frutti di  mare con asparagi e filetto di sgombro scottato con pomodori e cipollotti brasati (nella gallery fotografica sono disponibili le immagini della gara e di tutti e quattro i piatti preparati). 

Clicca QUI per scoprire le pietanze realizzate durante le altre rubriche della puntata di ieri.

filetto-di-sgombro-scottato

Squadra del pomodoro: RISOTTO AL CACIO D’ALPEGGIO CON MARMELLATA DI POMODORI PICCADILLY E MANDORLE TOSTATE

Sfoglia la gallery per vedere le foto del piatto.

Preparazione: cuocere il riso con una cipolla intera (da togliere successivamente); sfumare con un po’ di vino bianco; a metà cottura unire il cacio d’alpeggio e mescolare per farlo sciogliere nel riso; nel frattempo scaldare in una padella i pomodori schiacciati con zucchero e basilico per preparare la marmellata; tostare intanto le mandorle tritate in un’altra padella (senza alcun condimento) unendovi alla fine un pezzetto di burro; servire il riso con la marmellata di pomodori e guarnirlo con le mandorle tostate.

Squadra del pomodoro: INVOLTINI CON FESA DI VITELLO RIPIENI DI MORTADELLA SU PASSATA DI PISELLI

Sfoglia la gallery per vedere le foto del piatto.

Preparazione: tagliare la mortadella a pezzetti e utilizzarla per farcire le fettine di vitellone; aggiungere della salvia e chiudere per formare degli involtini (con uno stuzzicadenti), da rosolare poi in padella con un filo d’olio, il burro, la soia e la panna; nel frattempo cuocere i piselli in un tegame con il brodo vegetale, lo scalogno e un pizzico di sale; frullare i piselli nel mixer per realizzare la crema con la quale accompagnare gli involtini; impiattare la passata di piselli e sovrapporvi gli involtini.

Squadra del peperone: TROFIE AI FRUTTI DI MARE CON ASPARAGI

Sfoglia la gallery per vedere le foto del piatto.

Preparazione: lessare gli asparagi, tagliarli a pezzetti e saltarli in una padella con un goccio d’olio, unendo un pizzico di sale; nel frattempo far aprire i frutti di mare in un’altra padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio, sfumando con un po’ di vino bianco prima di salare e pepare; cuocere le trofie in una pentola con abbondante acqua salata; scolarle e saltarle in padella con gli asparagi; unire i frutti di mare, mescolare e impiattare.

Squadra del peperone: FILETTO DI SGOMBRO SCOTTATO CON POMODORI E CIPOLLOTTI BRASATI

Sfoglia la gallery per vedere le foto del piatto.

Preparazione: scottare il filetto di sgombro in padella con la salsa di soia e un filo d’olio; intanto tagliare i cipollotti a metà e brasarli con olio, pepe e sale; far appassire i pomodori nel forno con zucchero e sale; impiattare i cipollotti, sovrapporvi il filetto di sgombro e servire guarnendo con i pomodori.

Scopri QUI gli antipasti, gli stuzzichini e gli aperitivi portati a tavola durante tutta la settimana.

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *