La tribù – Missione India: la Triangle Production deve risarcire Mediaset, ma Silvio Testi ricorre in appello

By on maggio 29, 2013
foto del logo la tribù missione india

text-align: center”>foto del logo la tribù missione india

LA TRIBU’ – MISSIONE INDIA CONTINUA A FAR PARLARE DI SE’. Il reality che sarebbe dovuto andare in onda nel settembe 2009, in prima serata su Canale5, con la conduzione di Paola Perego, fu cancellato improvvisamente, nonostante il cast di concorrenti fosse già sul luogo della location. Dopo 4 anni dalla mancata partenza del programma, arriva la sentenza del Tribunale di Roma. La Triangle, casa di produzione del format, nel 2012 aveva denunciato Mediaset chiedendo 40 milioni di euro di risarcimento per la mancata messa in onda. La sentenza del Tribunale, ribalta completamente le carte; con il risultato finale di una dura condanna nei confronti della società diretta da Silvio Testi. “Il Tribunale di Roma ha condannato la casa di produzione televisiva di Silvio Testi, marito di Lorella Cuccarini, a risarcire i danni a Rti (gruppo Mediaset) per non aver rispettato il contratto di produzione del programma “La Tribù”. La vicenda risale al 2009 quando Triangle Production si impegnò a realizzare e consegnare a Rti il programma “La Tribù” da mettere in onda per otto puntate settimanali dal settembre al novembre 2009. Il programma non fu realizzato da Triangle Production nei tempi stabiliti, nonostante diffida scritta di Rti. Il titolo fu pertanto cancellato dalla programmazione Mediaset. Triangle Production decise di rivolgersi al Tribunale di Roma per ottenere un risarcimento di considerevole entità accusando Rti di violazioni contrattuali. Ma con sentenza depositata in queste ore, un collegio di tre giudici del Tribunale di Roma ha dichiarato che la condotta di Rti è stata del tutto legittima e, al contrario, ha giudicato gravemente inadempiente Triangle Production. Il Tribunale ha quindi non solo rigettato tutte le richieste di Triangle Production, ma ha confermato la risoluzione del contratto per colpa della società di produzione. Società che è stata inoltre condannata a risarcire Rti della somma di 88.500 euro e a rifonderle due terzi delle spese processuali”.

foto-silvio-testi-lorella-cuccarini

Da canto suo, Silvio Testi, determinato a ricorrere in appello: “esprime assoluto sbigottimento per la sentenza emessa dal Tribunale di Roma in merito alla vicenda del reality La Tribù che ci appare, già ad una prima lettura, profondamente ingiusta. Triangle production, piccola ma operosa e seria società di produzione televisiva, aveva adito le vie legali contro RTI (MEDIASET),  come unica possibilità rimastale per vedere affermate verità e legalità.  Malgrado tutto, questa convinzione vive ancora oggi in noi più forte che mai insieme all’assoluta fiducia negli strumenti di legge per continuare a chiedere che sia fatta giustizia. Per questo Triangle ha già dato mandato ai propri legali di proporre immediato appello“. La vicenda è destinata a continuare, nonostante siano passati ormai diversi anni e il reality non sia mai andato in onda. Aggiornamenti nelle prossime sentenze.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

One Comment

  1. patrizio

    maggio 30, 2013 at 16:57

    Beh, vorrei vedere…ci mancherebbe che vincesse la triangle

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *