Per sempre Mia: omaggio a Mia Martini a 18 anni dalla sua scomparsa

By on maggio 12, 2013

text-align: center”>Mia Martini

PER SEMPRE… MIA: OMAGGIO A MIA MARTINI A 18 ANNI DALLA SUA SCOMPARSA.Tu, tu che sei diverso, almeno tu nell’universo… un punto sei che non ruota mai intorno a me, un sole che splende per me soltanto come un diamante in mezzo al cuore”. Almeno tu nell’universo: un capolavoro ineguagliabile della musica italiana. Con questi versi intensi e profondi, a tratti malinconici e struggenti, Domenica Bertè, per gli amici Mimì, da tutti conosciuta come l’indimenticata Mia Martini, nel 1989 ha conquistato la platea dell’Ariston di Sanremo, inconsapevole forse che la canzone da lei interpretata avrebbe scritto la storia musicale di un’epoca. Nata a Bagnara Calabra, in provincia di Reggio Calabria, il 20 settembre 1947, Mia Martini con la sua voce potente e graffiante ha conquistato il cuore di tutti coloro che da sempre l’hanno amata e che ancora oggi la ricordano per il suo straordinario talento che l’ha incoronata negli anni un’autentica regina della musica italiana. Sorella della cantante Loredana Bertè, nata il suo stesso giorno ma tre anni dopo, con lei ha condiviso fin da piccola la passione per la musica, che nel 1993 l’ha portata a duettare proprio con Loredana al Festival di Sanremo con il brano “Stiamo come stiamo”.

copertina-mia-martini

MIA MARTINI: LA CARRIERA. Sarebbe riduttivo e banale riassumere la carriera di Mia Martini in poche righe, non basterebbe un libro intero per raccontare la sua vita. Ricordiamo, però, tra i numerosi traguardi raggiunti, il secondo posto ottenuto al Festival di Sanremo con “Gli uomini non cambiano”, brano datato 1992. Portano la sua firma anche numerosi altri brani passati alla storia quali “E non finisce mica il cielo”, “L’amore è il mio orizzonte”, “Spaccami il cuore”, “E ancora canto”. Quella di Mia Martini è stata una carriera lunga e travagliata: costretta a ritirarsi dalle scene nei primi anni ’80 a causa delle ormai diffusissime dicerie che legavano la sua fama ad eventi negativi, la cantante cadde in depressione per poi ritornare sulle scene in grande stile nel 1989 in occasione della partecipazione al Festival di Sanremo con la straordinaria “Almeno tu nell’universo”, esperienza che l’artista definì “un attimo indimenticabile”. Di seguito, il video dell’esibizione di Mia a Sanremo.

LA MORTE IMPROVVISA. Il 14 maggio 1995 il corpo senza vita della cantante fu rinvenuto nella sua casa di Cardano al Campo, in provincia di Varese, dove si era trasferita per stare vicina al padre, con il quale si era riconciliata dopo 35 anni. Secondo il referto dell’autopsia, Mia sarebbe morta due giorni prima in seguito ad un arresto cardiaco causato da un’overdose di stupefacenti. La donna era affetta da un fibroma all’utero e si ipotizzò che avesse assunto una dose eccessiva di anticoagulanti. La salma fu cremata il giorno seguente al ritrovamento, ma Loredana Bertè ancora oggi accusa a gran voce della morte della sorella proprio il padre, uomo violento, che secondo i racconti della cantante avrebbe picchiato a sangue per anni la madre costringendola anche ad un aborto. Choccanti le dichiarazioni dell’artista: “Ha preso a calci mia madre quando era incinta. All’improvviso il pavimento ha cambiato colore: mio padre ha ucciso il suo unico figlio maschio”. A supportare i sospetti di Loredana su un presunto coinvolgimento del padre nella morte di Mia, sarebbero i lividi rinvenuti dal medico legale sul corpo della cantante. A tal proposito l’artista ha dichiarato: “Forse Mimì si era fumata qualcosa e mio padre l’ha massacrata. Era piena di lividi nella bara”… Le sue ceneri riposano nel cimitero di Cavaria con Premezzo, accanto alla tomba dei nonni.

 

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *