Renzo Rubino, in partenza il “Poppins tour”

By on maggio 16, 2013
Renzo Runino - Poppins Tour

text-align: center”>Renzo Runino - Poppins Tour

RENZO RUBINO, CONFERMATE LE PRIME DATE DEL POPPINS TOUR – A partire da oggi, 16 maggio 2013, Renzo Rubino darà il via al “Poppins tour”: l’artista vincitore del Premio della Critica al Festival di Sanremo 2013, sarà protagonista di alcune date in giro per l’Italia tra maggio e luglio.

RENZO RUBINO – Il “Poppins tour”, chiamato come l’album d’esordio di Renzo Rubino, “Poppins” appunto, sarà l’occasione per presentare dal vivo “Il postino (amami uomo)” – brano che gli ha portato fortuna nel corso del 63esimo Festival di Sanremo – e “POP”, il nuovo singolo che sta passando proprio in questi giorni in tutte le radio italiane. “Devi fare una canzone pop!” è l’imperativo categorico di tutti i discografici, che l’autore riporta ironicamente nel brano.

POPPINS è caratterizzato da testi maturi e originali, tra ironia e poesia che spaziano da suggestioni classiche a vibrazioni elettriche e blues, e ha come riferimento per il titolo la valigia di Mary Poppins. Il disco è come quella valigia: un contenitore di tante idee, emozioni, ricordi, storie vere racchiuse in 12 canzoni” ha fatto sapere il cantautore, a proposito della sua recente fatica discografica. Scopriamo qualche nota biografica su Renzo Rubino, oltre al calendario delle date del suo tour in partenza.

renzo-rubino-il-postino-cover

Tra i modelli musicali dell’artista, avvicinatosi alla musica del pianoforte fin da piccolo, ci sono Domenico Modugno, Ray Charles e Michael Jackson; ma anche la scrittura di Lucio Dalla, Sergio Endrigo, Enzo Jannacci e Piero Ciampi. Quando aveva 16 anni ha finto di essere un pianista londinese (Mister V), con tanto di travestimento e parrucca, per prendere parte ad un festival per musicisti di strada organizzato dal padre. A 20 anni si è trasferito a Ravenna e più o meno in quel periodo ha cominciato a frequentare corsi di musica al CPM di Milano.  Nel 2011 ha dato alle stampe il suo primo album contenente sette tracce (6 inediti e una cover) intitolato “Farfavole”: anche grazie al brano “Bignè”, ha trionfato nel corso dell’edizione 2011 del Musicultura, risultando il più votato dagli ascoltatori di Radio 1. Nel 2013, dopo aver superato la fase “Area Sanremo”, si è presentato sul palco dell’Ariston nella categoria “Sanremo Giovani”, ottenendo il Premio della Critica con “Il Postino (amami uomo)”. Ecco il calendario provvisorio del “Poppins tour”, in partenza oggi:

16 maggio – Colle Val D’Elsa – Sonar

22 giugno – Macerata – Musicultura

01 luglio – Palagonia (CT) – Piazza

19 luglio – Tavernelle (SI)

31 luglio – San Miniato – Festival Musicastrada

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.

One Comment

  1. rossella

    maggio 16, 2013 at 12:11

    A me e’ piaciuto veramente tanto il pezzo che ha portato a Sanremo. Secondo me lui e’ un vero artista. Il suo brano poteva essere scomodo perche’ non si distaccava dallo stereotipo. Abbiamo l’incomunicabilita’ con la famiglia e una figura femminile che passa dalla mamma’ al donnone. In realta’ e’ una canzone molto intensa che sfiora il tema della felicita’ coincide con la liberta’ di andare. Si tratta di un testo molto originale e la musica lo rende quasi una strada dalla quale puo’ passare l’esperienza di ciascuno di noi. Tuttavia la canzone di Povia non mi sembrava offensiva. Mi sono piaciute entrambe. Forse il bello di Sanremo e’ che di anno in anno si aspetta una polemica diversa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *