Scream sbarca su Mtv e diventa un telefilm. Le serie horror colonizzano i network

By on maggio 1, 2013

text-align: justify”>Ai cultori dell’horror verrà un collasso, ai nemici del sequel poi, quantomeno l’orticaria. Scream, uno dei grandi classici del cinema al cardiopalma, una pietra miliare del “oh mio dio è dietro di te!” diventa una serie tv. Già, avete capito bene: un commerciale, dozzinale, banale telefilm. Ci stiamo bagnando prima di piovere? Siamo intrisi di preconcetti? Assolutamente si. Ma proviamo a dare il beneficio del dubbio a questa nuova produzione, quantomeno perché a dirigere tutto ci dovrebbe essere lui, il papà di Scream: Wes Craven.

Chi ci poteva essere dietro questo progetto se non quel diabolico network di Mtv? L’emittente americana ha infatti commissionato la produzione del pilot della serie (il classico episodio pilota, quello che dovrebbe convincere investitori e dirigenti a dare il via alla produzione dell’intera stagione) e ha messo al comando proprio il regista del film, Craven, per l’appunto.

il-primo-scream

D’altronde, quello dei telefilm horror è ormai un filone consolidato che, negli ultimi anni, ha riscosso un successo inaudito: pensate ad American Horror Story, ai Fantasmi di Bedlan o al recentissimo The Following (che per quanto possa essere inscritto sotto la voce thriller di venature horror ne è pieno zeppo).

Se il pericolo è quello di diluire il potenziale narrativo della storia, di annacquare o banalizzare la trama, possiamo stare tranquilli. Insomma, Scream è andato ben oltre il classico schema a trilogia e dal 1996 ad oggi ha realizzato un sequel dietro l’altro. Il prossimo, il quinto della saga, dovrebbe vedere la luce nel 2015. Prima però arriverà il telefilm che, secondo le prime indiscrezioni, dovrebbe essere trasmesso un anno prima, nel 2014. Non si rischia di fare indigestione?

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *