Tgcom24 a Bruxelles: Unico esempio in Europa d’informazione oltre confine

By on maggio 29, 2013

text-align: center”>tgcom24 logo mediaset

CONFALONIERI A BRUXELLES PER PRESENTARE TGCOM24 – Nata da poco, ma già diventata un riferimento importante nel panorama dell’informazione italiana, la piattaforma di Tgcom24 sbarca a Bruxelles nell’annuale riunione dei vertici dell’Associazione delle Televisioni Commerciali Europee. A presentare il canale multi-piattaforma nella capitale belga ci è andato il presidente Mediaset Fedele Confalonieri, che ha parlato ai rappresentati delle istituzioni europee del sistema integrato all news offerto da Tgcom24, esempio unico in Europa di informazione fruibile da ogni parte del mondo. Il canale televisivo all news di Mediaset, infatti, non si limita a proporre la propria informazione attraverso lo schermo televisivo, ma apre i suoi confini a “Tutti gli strumenti che oggi la tecnologia può fornire”, rendendo così disponibili in ogni parte del mondo i servizi giornalistici prodotti, fruibili grazie un efficiente sistema integrato tra televisione, internet, smartphone e tablet:

Noi siamo gli unici che possono essere visti in tutta Europa su tutti gli strumenti che oggi la tecnologia può fornire, questo si sa poco. Noi siamo digitali nel fare le notizie e nel distribuirle da anni. Il cross-border access to contents and services è uno degli obiettivi dell’Europa e noi lo facciamo, intrecciamo contenuti e servizi oltre i confini, possiamo essere visti dalla Scozia alla Grecia.

giornalista-tgcom24

ACCESSIBILITÀ E QUALITÀ D’INFORMAZIONE –  Queste le parole del presidente Confalonieri pronunciate ai microfoni di Tgcom24 e relativi alla stessa rete presentata in quel di Bruxelles. La rete diretta da Mario Giordano punta soprattutto a soddisfare la crescente domanda di usufruire dei servizi informativi offerti dalla rete televisiva anche e soprattutto in mobilità, a prescindere dal territorio in cui ci si trovi e dagli strumenti che si vogliano utilizzare. Una richiesta apparentemente difficile da soddisfare mantenendo, oltre alla facilità di fruizione, anche un’alto livello d’informazione, ma che viene invece  soddisfatta grazie ad un sistema integrato multi piattaforma che non trascura la responsabilità e professionalità necessari ad una rete che vuole essere di alto livello.

CONFALONIERI SOTTOLINEA LA NECESSITA’ DI PRESERVARE LE OPERE EUROPEE – Gli obbiettivi della nuova creatura della rete di Berlusconi non si limitano però alla sola Europa, ma cercano piuttosto di espandersi anche oltre oceano alla conquista delle Americhe. Come lo stesso Confalonieri dichiara, il loro ruolo punta a sfidare i colossi e a rendere la rete riconoscibile, ribadendo anche la necessità di tutelare la produzione audiovisiva e cinematografica europea nei prossimi negoziati commerciali con gli Stati Uniti:

Un altro tema importante di questi giorni è l’ “exception culturelle“; cioè, in questa trattativa tra Usa ed Europa per il regolamento del commercio, creare quell’eccezione culturale che c’è da vent’anni per il cinema e per l’audiovisivo è anche un preservare dall’invasione di contenuti quella che è un’industria culturale che ha tutta la dignità di quella europea.

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *