Valeria Marini: “La diretta del mio matrimonio è stata un’operazione doverosa da parte della Rai”

By on maggio 23, 2013
foto di valeria marini sposa a domenica in

text-align: center”>foto di valeria marini sposa a domenica in

LA MARINI RISPONDE ALLE VARIE POLEMICHE. Valeria Marini, neo sposa, parla per la prima volta, delle polemiche in seguito al giorno del suo matrimonio. Rai1 ha mandato in onda, nel segmento Domenica in…Così è la vita, condotto da Lorella Cuccarini, alcune immagini in esclusiva di quello che è stato l’evento dell’anno. Alla diretta sono seguite diverse discussioni per una bestemmia e per l’esclusiva non del tutto rispettata. Quanto a questo primo punto la Marini ci tiene a specificare che: “è stato il Vicariato di Roma a negare l’ingresso delle telecamere in Chiesa, che ci posso fare io? Forse quello che è mancato, me ne rendo conto, è stata una postazione dove fare una bella intervista in diretta, si, per raccontare le mie emozioni a caldo”. La Valeronia nazionale con queste dichiarazioni smentisce spudoratamente l’inviata della trasmissione Rosanna Cacio, la quale aveva parlato di scelta della coppia di non rendere pubblico un momento così sacro quale è il matrimonio in Chiesa. Nessuna scelta dunque, ma solo un’imposizione. Valeria prosegue affermando che: “non solo la diretta è stata un’operazione intelligente, ma da parte del servizio pubblico anche doverosa. In questi tempi difficili un matrimonio fa sognare, e richiama valori importanti quali l’incontro col Signore e la consacrazione dell’amore”. Insomma il suo matrimonio rappresenta un’operazione obbligatoria di servizio pubblico, da parte della Rai. Ai vari detrattori risponde con i risultati raggiunti dalla trasmissione: “la diretta ha fatto il 26% di share, 10 punti in più della media di rete nella stessa fascia oraria. Tecnicamente l’operazione è riuscita”.

foto-valeria-marini-sposa

Quanto all’episodio della bestemmia, che ha procurato diversi problemi al vicedirettore Toaff, l’ex naufraga dell’Isola dei famosi è sicura che: “la bestemmia non è stata pronunciata da una persona della mia sicurezza, ma da un fotografo: abbiamo le immagini”. Non ha ancora deciso se denunciare l’accaduto, anche se a dir suo: “dovrebbero pensarci direttamente gli uffici Rai: fornirò tutto il materiale video”. Su quel giorno così speciale che è stato il suo matrimonio, la ormai signora Cottone realizzerà presto una docufiction, dal titolo Un sogno lungo un giorno, i cui incassi andranno completamente in beneficenza. Di un’unica cosa è molto certa: “Tornassi indietro non concederei l’esclusiva”(Fonte Panorama). In questo caso un beh va beh alla Signorini ci sta tutto.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

3 Comments

  1. serenella fasoli

    maggio 23, 2013 at 20:10

    dico che inun momento del genere dove ci sono persone ,che non hanno non solo da mangiare ma neanche da dormire , perciò ti consiglio di vergognarti ,magari un pochino . la rai ,non ne parliamo , dovrebbe rispettare ,il momento che vivono gli italiani.

  2. rossella

    maggio 23, 2013 at 20:22

    Alla fine si trattava di un matrimonio.
    Comprendo il suo punto di vista, peraltro l’esclusiva concessa a Chi e’ attraversata da una profonda ironia. Non mi sembra che si sia presa tanto sul serio, altrimenti avrebbe supervisionato anche quel servizio.
    Sarebbe stato interessante avere un inviato all’interno della Basilica perche’ il rito religioso non e’ un segreto di stato ma una vera e propria testimonianza di quello che per un credente e’ un vero miracolo.
    Poi la basilica e’ un pezzo di storia dell’arte e Scervino ha realizzato un abito che non stonava con quella cornice. Un vero capolavoro. Sembrava ispirato alle Madonne di quel periodo.
    Spero di trovare il filmato della Marini perche’ sara’ sicuramente un documento che racconta questa stagione che stiamo vivendo. Per tutta la vita floppa ma quando il rito rivive quella sua dimensione collettiva, allora l’Italia si ferma.

  3. patrizio

    giugno 2, 2013 at 14:07

    LA RAI SI DOVREBBE SOLAMENTE VERGOGNARE per aver mandato in onda una pagliacciata televisiva in diretta la domenica pomeriggio con la complicità di Lorella Cuccarini & C. su Rai1 e farci vedere una roba talmente inutile e di talmente poca importanza che nemmeno i telegiornali (nemmeno studio aperto!) ne hanno parlato. Non a caso infatti la Presidente Tarantola ha detto che la vicenda del matrimonio della Marini è stato un incidente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *