Vito Crimi da Lucia Annunziata, duro attacco a Berlusconi: “Eversiva la manifestazione di Brescia”

By on maggio 12, 2013
Crimi a In Mezz' Ora su Rai Tre

text-align: justify”>Crimi a In Mezz' Ora su Rai Tre

Ospite di Lucia Annunziata, il “cittadino” Vito Crimi non ha usato mezzi termini nel commentare la manifestazione “pro-Silvio” del Pdl a Brescia. Per il capogruppo al Senato del Movimento 5 Stelle, la scelta del partito guidato da Silvio Berlusconi di indire un corteo contro una parte della magistratura è un grave attacco ad uno dei tre poteri previsti dalla Costituzione, pertanto nasconderebbe un intento più o meno indirettamente “eversivo”. La querelle scoppiata ieri sera sui disordini provocati da ragazzi dei centri sociali ed attivisti “grillini” ai margini dell’iniziativa sulla giustizia del centro-destra si arricchisce pertanto, alla luce delle dichiarazioni del numero uno del M5S a Palazzo Madama, di ulteriori spunti ad alto tasso polemico. Chi si aspettava una presa di distanze ufficiale dalle accese proteste di cittadini “indignati” e militanti riconducibili ad alcune forze di opposizione (sfociate in qualche tafferuglio per strada), ha dovuto incassare il contropiede dei 5 Stelle, fermi sulla linea dura contro l’ala destra dell’eterogenea maggioranza di governo.

crimi-grillo-e-lombardi-al-quirinale

Rispondendo alle domande di Lucia Annunziata, Vito Crimi ha ribadito a chiare lettere la condanna del suo gruppo parlamentare nei confronti dei promotori della marcia pidiellina di sabato, bollata come “un atto gravissimo ai danni di un potere dello Stato” portato avanti da Silvio Berlusconi insieme ad una folta pattuglia di deputati, senatori e dirigenti di alto livello del Popolo della Libertà, nonostante la delicata fase politico-istituzionale e la diretta partecipazione (insieme agli storici avversari del centrosinistra) all’attuale esecutivo di larghe intese presieduto da Enrico Letta. Immediata, per quanto prevedibile, la reazione a mezzo stampa dei diretti interessati, dopo la messa in onda dell’intervista domenicale di Crimi a In Mezz’Ora (Rai Tre).

Parole di fuoco, quelle messe nero su bianco da Renato Brunetta per chiamare in causa non solo gli aderenti al Movimento 5 Stelle, ma anche gli altri “non allineati” di sinistra, precisamente nella persona di Nichi Vendola e Laura Boldrini, accusati di un “pericoloso protrarsi del silenzio su fatti gravi avvenuti durante la legittima manifestazione del Pdl a Brescia, in parte addebitabili ad esponenti di Sel, come documentato chiaramente da immagini televisive”. Poche ore prima era stato Beppe Grillo in prima persona a tuonare contro il Cavaliere e i suoi seguaci, definiti sarcasticamente “la vecchiezza della Repubblica” e pertanto contrapposti idealmente alla “meglio gioventù” scesa in piazza per contestarli in pubblico e difendere l’operato dei magistrati milanesi (“pubblicamente attaccati da un condannato per frode fiscale, scortato per l’occasione dal Ministro degli Interni).

Foto: Profilo Facebook Vito Crimi (M5S)

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *