Alessandro Preziosi sarà Don Peppe Diana: a marzo in onda la fiction Rai sul prete anticlan ucciso dai Casalesi

By on giugno 14, 2013
foto-alessandro-preziosi-don-diana

text-align: center”>Alessandro Preziosi sarà Don Diana: a marzo in onda la fiction Rai sul prete anticlan

Alessandro Preziosi vestirà i panni di Don Peppe Diana, il parroco anticlan ucciso dalla camorra nel 1994 con una barbara esecuzione nella sagrestia della chiesa di San Nicola di Bari a Casal di Principe (Caserta). La fiction racconnterà l’impegno civile del sacerdote, da sempre in prima fila contro il clan dei Casalesi negli anni del potere di Francesco Schiavone detto Sandokan, di cui tanto ha parlato Roberto Saviano nel romanzo Gomorra. Don Diana è sempre stato al fianco dei giovani cercando di sottrarli alla strada e al reclutamento da parte della criminalità organizzata. Una lotta dichiarata a viso aperto con la famosa lettera dal titolo “Per amore del mio popolo non tacerò“, diffusa nelle chiese dell’Agro Aversano a Natale del 1991 (e recitata per intero in una delle puntate della fiction Il Clan dei Camorristi, recentemente in onda su Canale5): un testo di denuncia e di invito alla popolazione a schierarsi dalla parte della legalità e della giustizia.

Alessandro Preziosi, campano come il personaggio che andrà ad interpretare, reciterà nei panni di Don Diana nel film per la tv diretto da Antonio Frazzi e coprodotto da Aurora Film e Rai: la fiction racconterà la vita del prete e la sua lotta al clan dei Casalesi negli anni in cui la camorra si trasforma in impresa criminale entrando negli appalti e nel traffico di droga. Da sacerdote, scrittore ed insegnante Peppino Diana ha dedicato la sua attività sociale alla lotta per la giustizia e alla denuncia del crimine organizzato, fino all’omicidio ad opera di un killer che lo freddò con cinque proiettili poco prima che celebrasse messa il 19 marzo 1994.

alessandro-preziosi

La fiction che avrà per protagonista Alessandro Preziosi nei panni di Don Diana andrà in onda a marzo, in occasione dell’anniversario dell’omicidio: il comitato in memoria di Don Peppe Diana, che organizza ogni anno con l’associazione Libera Caserta il Festival dell’impegno civile con iniziative in vare città della Campania, ha collaborato alla realizzazione della sceneggiatura. Valerio Taglione del comitato Don Peppe Diana ha spiegato che una fiction sul prete eroe dell’antimafia è il modo più giusto per contrastare prodotti tv che mettono in scena esempi sbagliati come Pupetta – Il coraggio e la passione, sulla vita di Assunta Maresca, che vendicò la morte del re della camorra Pasquale Simonetti, detto “Pascalone è Nola”:

Sollecitavamo da anni la realizzazione della fiction, la migliore risposta a prodotti negativi come lo sceneggiato su Pupetta Maresca“.

Dopo le recenti polemiche sulla realizzazione di Gomorra  – La serie per Sky e La7, il progetto della fiction su Peppe Diana, così come quello sulla famiglia Maddaloni, racconteranno l’altra faccia delle terre devastate dalla cammorra, quella dell’impegno civile in difesa della legalità.

 

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *