David di Donatello: questa sera alle 21.10 su Rai1 con la conduzione di Lillo&Greg

By on giugno 14, 2013
foto del logo dei david di donatello

text-align: center”>foto del logo dei david di donatello

ANTICIPAZIONI DAVID DI DONATELLO. FRANCESCO RENGA TRA GLI OSPITI. Questa sera a partire dalle 21.10 su Rai1 andrà in onda la 57esima edizione dei David di Donatello. La cerimonia di premiazione, torna in prima serata, in diretta dagli studi della Dear, con la conduzione del duo comico composto da Lillo&Greg. Il premio, che prende il nome dalla celebre statua omonima, una cui riproduzione viene assegnata ai vincitori nel corso della cerimonia, è l’equivalente italiano degli Oscar. La storia dei David di Donatello è lunga mezzo secolo; il prestigioso riconoscimento premia i migliori film prodotti nel corso dell’anno. Oltre agli storici premi assegnati fin dalla nascita del concorso, si uniscono gli altri riconoscimenti aggiunti nel corso degli anni: ad oggi i premi ammontano a 23 più quelli speciali. Con i David di Donatello si premiano tutte le categorie dell’industria cinematografica come gli sceneggiatori, i truccatori, i montatori, i direttori della fotografia o i creatori degli effetti speciali. I premi, saranno assegnati dall’Ente David di Donatello dell’Accademia del Cinema Italiano. Tra i candidati per la sezione Miglior Film ci sono: Diaz per la regia di Daniele Vicari, Educazione Siberiana per la regia di Gabriele Salvatores, Io e te per la regia di Bernardo Bertolucci, La migliore offerta per la regia di Giuseppe Tornatore  e Viva la libertà per la regia di Roberto Andò.

foto-david-di-donatello-2013

Per la categoria Miglior Regista concorrono al premio: Matteo Garrone (Reality), Bernardo Bertolucci (Io e te), Gabriele Salvatores (Educazione siberiana), Giuseppe Tornatore (La migliore offerta) e Daniele Vicari (Diaz). Tra i premi consegnati questa sera, ci sarà anche il David Giovani, che sarà assegnato da una giuria composta da più di seimila studenti delle scuole superiori di tutta Italia e verrà consegnato da Luigi Abete, Presidente di BNL Gruppo BNP Paribas. Due i premi che sono già stati conferiti: Miglior documentario di lungometraggio assegnato ad Anija (La Nave) di Roland Sejko e Miglior documentario di cortometraggio per L’esecuzione di Enrico Iannaccone. La manifestazione presieduta dal Presidente dell’Accademia Gian Luigi Rondi, è sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema , e della Regione Lazio d’intesa con gli Enti promotori AGIS e ANICA.

Per la categoria Miglior attrice protagonista concorrono: Valeria Bruni Tedeschi (Viva la libertà), Margherita Buy (Viaggio sola), Federica Victoria Caiazzo in arte Thony (Tutti i santi giorni), Tea Falco (Io e te) e Jasmine Trinca (Un giorno devi andare). Nella categoria Miglior attore protagonista, con un ex aequo, ci sono: Aniello Arena (Reality), Sergio Castellitto (Una famiglia perfetta), Roberto Herlitzka (Il rosso e il blu), Luca Marinelli (Tutti i santi giorni), Valerio Mastandrea (Gli equilibristi) e Toni Servillo (Viva la libertà). I film che vantano più nomination (ben 13) sono: Diaz, film di denuncia sui fatti del G8 di Genova del 2001, e La migliore offerta con la magistrale interpretazione del protagonista: Geoffrey Rush. Segue con 12 candidature Viva la libertà, ed 11 per Educazione Siberiana e Reality.

Lo show, non ha mai ottenuto dei grossi risultati d’ascolto in prima serata, tant’è che da diversi anni, la Rai, programmava la cerimonia nella meno ambiziosa collocazione oraria della seconda serata. Il direttore Giancarlo Leone, anche in quanto ex capo di Rai Cinema, ha optato per la riproposizione in prime time: “è stato un  modo per dire che il cinema italiano è molto importante, e che noi come Rai abbiamo l’obbligo di stargli vicino, aiutarlo, essendo una delle forme creative più importanti che abbiamo”. Qualche minuto fa, attraverso twitter, ha promesso “grosse sorprese in vista”. Francesco Renga sarà tra gli ospiti musicali della premiazione. A partire dalle 21.10 su Rai1, scopriremo i vari vincitori, e vedremo se la manifestazione è stata adattata alle esigenze televisive.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *