Desperate Housewives: Eva Longoria produce lo spin-off in salsa latina Devious Maids

By on giugno 9, 2013
foto-serie-tv-Devious-Maids

text-align: center”>Desperate Housewives: Eva Longoria produce lo spin-off in salsa latina Devious Maids

Desperate Housewives si è conclusa dopo otto stagioni di grande successo,  acclamata dalla critica e apprezzata dal pubblico, che con i suoi record d’ascolto ininterrotti l’ha trasformata in un vero e proprio fenomeno di costume. Ora, per la serie televisiva al femminile più longeva della storia della tv americana, sta per arrivare una sorta di spin-off che porta la firma di una delle protagoniste, l’affascinante Eva Longoria. Si tratta di Devious Maids, la nuova serie tv che debutta il 23 giugno in America sull’emittente Lifetime: le protagoniste sono cinque attrici di origine ispanica nel ruolo delle colf latine dei proprietari di lussuose ville a Beverly Hills. Insomma, dopo le casalinghe disperate della  periferia borghese americana, le eredi di Bree, Lynette, Susan e Gabrielle sono delle governanti alle prese con i loro datori di lavoro, in genere straricchi e celebri, nel quadro di una sorta di lotta di classe moderna tutta al femminile.

Desperate Housewives si è conclusa nel 2012 con la messa in onda dell’ottava ed ultima stagione, ma non appena smessi i panni della sexy Gabrielle Solis la bella Eva Longoria si è lanciata nell’avventura di produttrice accanto al creatore della serie tv Mark Cherry. Devious Maids non è solo un sequel di Desperate Housewives, in quanto trae ispirazione dalla serie tv messicana Ellas son la Alegría del Hogar: racconta le storie di Rosie (Dania Ramirez), Marisol (Ana Ortiz), Carmen (Roselyn Sanchez), Valentina (Edy Ganem) e Zoila (Judy Reyes), che nelle case sontuose in cui lavorano vedranno nascere intrighi, passioni e segreti da nascondere, proprio come accadeva nell’immaginaria Wisteria Lane.

devious-divas-lifetime

Desperate Housewives in salsa latina o c’è qualcosa di più? Il progetto di Eva Longoria sembra molto ambizioso, perchè vuole al racconto delle diversità e della complessità sociale moderna che vede ampliarsi sempre più la forbice tra ricchezza e povertà. La stessa attrice ha parlato entusiasta delle sue casalinghe messicane durante la presentazione della serie tv alla stampa:

Le ho volute prima di tutto perché sono donne, poi perché vivono in Nord America ma hanno un accento ispanico, poi perché sono delle combattenti che non si fanno sottomettere da nessuno, pur lavorando in un ruolo subalterno. Mai farsi tradire dalle apparenze. Per me sono delle vincitrici (…) Sono donne con una forte personalità che secondo me coprono bene lo spettro delle problematiche di chi dal sud della frontiera cerca di farcela al ‘Norte’. Ma c’è anche il tema del gap sempre più profondo tra ricchi e poveri, tra privilegiati, spesso odiosi, e coloro che non lo sono, pur col doppio del talento e del merito

Dopo la conclusione di Desperate Housewives (che le ha regalato un patrimonio di 15 milioni di dollari a stagione), l’attrice texana, 37 anni, si è di recente laureata conseguendo un master in studi sui Chicano (i messicani nati e cresciuti negli States) all’Università della California e ha continuato con forza la sua partecipazione alla vita politica come attivista democratica pro-Obama, occupandosi soprattuttodi temi legati all’integrazione e all’immigrazione. Un impegno sociale che porta avanti di pari passo con la nuova vita da produttrice tv.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *