Giovanni Floris e i 500mila euro, è polemica tra le file del M5S (VIDEO)

By on giugno 15, 2013
Giovanni Floris guadagna 500 mila euro l'anno

text-align: center”>Giovanni Floris guadagna 500 mila euro l'anno

GIOVANNI FLORIS GUADAGNA 500 MILA EURO ALL’ANNO PER BALLARO’. E si è scatenata subito la polemica tra gli attivisti del Movimento 5 Stelle considerato l’alto compenso che la tv pubblica elargisce al giornalista Rai che da 10 anni conduce il talk show politico in diretta su Rai Tre ogni martedì sera. Criticato alacremente perché non ritenuto “obiettivo” e “filoPd” con ospiti che si ripetono progressivamente e censuratore del Movimento 5 stelle stesso (basti pensare all’intervista mai trasmessa ad Alessandro Battista), secondo i grillini Floris guadagnerebbe troppo e rappresenterebbe una spesa ben troppo cospicua per la rete pubblica, costantemente in perdita.

GIOVANNI FLORIS intervistato sulla tv del Movimento 5 Stelle La Cosa (come vi mostriamo nel video dopo il salto) non ha avuto timori a confessare l’alto compenso che percepisce per ogni stagione di Ballarò, ma era inevitabile che i parsimoniosi grillini, particolarmente avversi alla trasmissione e al suo conduttore, rimanessero di sasso dinanzi a simile constatazione. Dal canto suo il vecchio Floris ha sottinteso che quei soldi se li merita eccome, considerato che per il suo programma la Rai intaschi “14 milioni di euro di pubblicità”. Ma il dilemma regna sovrano: è lecito o no scandalizzarsi oggi dinanzi a simili compensi milionari?

bersani-a-ballaro

Sul blog di Beppe Grillo ovviamente si sono rincorsi commenti e esternazioni: c’è chi effettivamente contesta quel compenso perché esagerato e chi invece rivendica i guadagni milionari di Beppe Grillo, quasi a voler desumere: “da che pulpito vien la predica?”. Di certo nell’Italia dei precari, disoccupati, esodati, cassintegrati e chi più ne ha più ne metta può apparire davvero esorbitante il guadagno di un singolo giornalista (anche perché diciamocela tutta, dall’altra parte ci sono milioni di colleghi che lavorano quasi gratis), ma questo è un problema annoso e sempre perpetuo in tv. Ce lo ricorda Brunetta quando al Michele Santoro nazionale chiedeva polemicamente: “Ma lei quanto guadagna?”. Il divario tra ricchi e poveri ormai è all’ordine del giorno, a prescindere dai Floris e dai Pincopallino, più che altro, forse, è il sistema che andrebbe riformato poiché è lo stesso che produce inevitabilmente ingiustizie e suoi surrogati. Insomma, un giornalista della tv pubblica pagata coi soldi statali e in parte con la tassa dei contribuenti quanto dovrebbe guadagnare? A voi l’ardua sentenza.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *