La terra dei cuochi: le ricette della sesta ed ultima puntata

By on giugno 3, 2013
antonella-clerici

text-align: center”>La prova del cuoco

LA TERRA DEI CUOCHI, LE RICETTE DELLA SESTA ED ULTIMA PUNTATA: RAVIOLI DI MAGRO AL POMODORO E DOPPIO UOVO AL TEGAMINO ALLA “SCABINSCHI”. Si è conclusa ieri sera La terra dei cuochi, il nuovo talent culinario di Antonella Clerici che ha visto, nella puntata finale, la sfida tra Viviana abbinata a Giorgio Mastrota, Lapo abbinato a Paola Barale e Valentina abbinata a Flavio Montrucchio. Tra i piatti realizzati ieri sera nelle cucine del Nomentano 5 della DEAR in Roma proponiamo i ravioli al magro di pomodoro presentati come “Ricetta della tradizione” e il doppio uovo al tegamino alla “scabinschi” servito a tavola nella “Prova di alta cucina” (nella gallery sono disponibili le foto di entrambi i piatti). A vincere la prima edizione de La terra dei cuochi è stato Lapo Magni, che si è aggiudicato la somma di 120.000 euro da utilizzare per avviare un’attività nel campo della ristorazione.

Clicca QUI per leggere l’intervista Esclusiva che abbiamo realizzato ad Emanuela Aureli al termine della sua esperienza a La terra dei cuochi.

doppio-uovo-al-tegamino-con-crema-di-formaggio

La ricetta della “Prova della tradizione”: RAVIOLI DI MAGRO AL POMODORO

Sfoglia la gallery per vedere le foto del piatto.

Preparazione: realizzare l’impasto con acqua e farina, mescolando e modellando continuamente; passare la pasta nella macchinetta per renderla molto sottile; ricavare i ravioli da farcire con un ripieno di ricotta e spinaci; lessarli in una pentola con abbondante acqua salata; nel frattempo tagliare i pomodorini a metà e scaldarli in padella con un filo d’olio, qualche foglia di basilico e un pizzico di sale; scolare i ravioli, saltarli in padella e impiattarli, insaporendoli con un po’ di formaggio grattugiato.

La ricetta della “Prova di alta cucina”: DOPPIO UOVO AL TEGAMINO ALLA “SCABINSCHI”

Sfoglia la gallery per vedere le foto del piatto.

Preparazione: scaldare la panna liquida in un pentolino a 93 gradi; tagliare le patate a fettine, porle in una terrina, insaporirle con un po’ di pepe e condirle con un filo d’olio; tritare il prezzemolo e grattugiare la scorza di limone, unendo il tutto al pangrattato (mescolato in una bacinella con polvere di pomodoro essiccato); incorporare 100 grammi di grana padano e pecorino romano freschi; versare il tutto nella panna e frullare ad immersione per realizzare una fonduta; aggiungere 50 grammi di acqua gassata e frullare ancora; versare un po’ del composto ottenuto sopra ogni fettina di patata, da scaldarae poi in una padella antiaderente con olio, facendo dorare le patate da entrambi i lati; unire qualche pomodoro ciliegino e le foglie di spinaci; dividere gli albumi dai tuorli; tagliuzzare qualche pomodorino, incidere uno spicchio d’aglio, tagliare a pezzetti un peperoncino e un cipollotto di Tropea (da tagliare in 3 fettine sollitissime); tritare anche un’acciuga sott’olio; scaldare 20 grammi di burro in padella unendo tutti gli altri ingredienti; sciacciare tutto con una forchetta; aggiungere qualche foglia di maggiorana e santoreggia, scaldare e unire l’albume; porre una fettina di patata al centro della padella e scaldare in forno preriscaldato per 30 secondi; posizionare i tuorli al centro della pietanza e schiacciarli con una forchetta; rimettere in forno per far intiepidire il tuorlo; impiattare con la crema di formaggio e servire caldo. 

Leggi QUI l’intervista Esclusiva che abbiamo realizzato a Marco Di Buono in previsione dell’ultima puntata de La prova del cuoco.

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dall'11 Agosto 2014 e Responsabile Editoriale di "Lavorare Nello Spettacolo", le sue più grandi passioni sono la natura, il giornalismo e ovviamente la Tv!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *