MasterChef Italia a Napoli: Bastianich, Cracco e Barbieri accolti come star da oltre 400 persone

By on giugno 8, 2013
foto-masterchef-napoli

text-align: center”>MasterChef Italia a Napoli con Bastianich, Cracco e Barbieri

Grande accoglienza a Napoli peri protagonisti di MasterChef Italia: il talent culinario di Sky è approdato in terra partenopea per girare una puntata “in esterna” della terza edizione del programma, che andrà in onda su Sky Uno HD il prossimo gennaio. Un grande evento per la città e una bella sorpresa per i tre temuti giudici Carlo Cracco, Bruno Barbieri e Joe Bastianich, decisamente affascinati dalla bellezza di Napoli e dalla calorosa accoglienza ricevuta. Oltre 400 persone, infatti, hanno invaso Piazza San Domenico Maggiore nella bella giornata estiva di venerdì 7 giugno per assistere alle riprese del talent diventato ormai un fenomeno di costume. E non solo per la curiosità di vedere dal vivo i loro beniamini: l’occasione si è trasformata in una vera e proprio evento en plein air, con la possibilità per i cittadini di assaggiare i piatti preparati dai concorrenti.

Inutile sottolineare che Bastianich, Cracco e Barbieri sono stati accolti come delle vere e proprie star, tra richieste di autografi, foto-ricordo e riprese del set. E non si sono certo tirati indietro di fronte all’entusiasmo di una città che hanno riscoperto in tutto il suo splendore, anche per la sua storica tradizione ai fornelli, come ha ricordato Carlo Cracco:

Napoli è la città più accogliente e calda in assoluto. Dal punto di vista culinario, con un po’ di buona volontà potrebbe diventare la capitale del mediterraneo. Basti pensare che alcuni dei prodotti migliori nascono in questa terra. Atmosfera bellissima, gente d’oro“.

foto-masterchef-giudici

Entusiasti della tappa napoletana anche Bruno Barbieri e Joe Bastianich, che tra il serio e il faceto si sono lasciati andare a vere e proprie dichiarazioni d’amore per la città. Tanto da sbilanciarsi sull’idea di rimanere ben oltre le riprese di MasterChef Italia 2013, come ha dichiarato ironico Bastianich:

Vorrei trovare una scusa per vivere qua un mese e sono aperto ad ogni suggerimento. Accetto anche inviti in casa pur di passare qualche settimana in questo posto straordinario

L’approdo di MasterChef a Napoli è stato anche l’occasione per conoscere da vicino alcuni segreti della cucina partenopea. Come racconta Il Mattino, dopo l’incontro tra i giudici e i concorrenti a Largo Banchi Nuovi sul tema della puntata, ha riscosso grande successo la lezione di Antonio Acunzo, fondatore della storica friggitoria del Vomero, un viaggio tra i menù dolci e salati a base di frittura. Poi la registrazione della puntata in piazza San Domenico di fronte al folto pubblico di cittadini e turisti, con la sfida tra i concorrenti divisi in due squadre da otto: una competizione a suon di zeppole, pizze fritte, arancini e tanto altro. Fino al giudizio finale del pubblico istruito ad arte dagli chef del talent. Esperimento riuscitissimo.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. Rossella

    giugno 9, 2013 at 19:41

    I talent sono immortali. Ormai tengono banco da più di dieci anni. Roba da non crederci! Da quando sono arrivati i talent la televisione mi è parsa sempre meno creativa. Solo le televisioni commerciali potrebbero avere gli strumenti per invertire questa tendenza a voler “fare”.
    Le televisioni commerciali ormai sono diventate contemporanee per definizione: le nostre relazioni interpersonali si fondano sul comprare: siamo franchi! Anche la gratificazione passa da un mascara o da un tablet!
    A conti fatti, vista la mancanza di budget almeno loro posso coniugare sponsor e qualità: potrebbero!
    Penso a format come OK il prezzo è giusto! Adesso si potrebbe chiamare Lista di nozze. Magari con la conduzione di una coppia come Belen e Stefano o comunque una coppia di personaggi dello spettacolo che si confrontano con coppie di persone comuni a un passo dal sì. Un passo significa che sono esposte le pubblicazioni.
    Però sarebbe interessante perché in un gioco apparentemente effimero si metterebbero in relazione due mondi e sicuramente emergerebbero tante storie.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *