Michael Jackson: Una morte annunciata. A quattro anni dalla scomparsa un documentario su Cielo per svelare i mille punti oscuri sulla sua morte

By on giugno 25, 2013
Michael-Jackson-king-of-pop

text-align: center”>michael jackson morte

SU CIELO MICHAEL JACKSON: UNA MORTE ANNUNCIATA – Una scomparsa mediaticamente (e non solo) travagliata quella di Michael Jackson, che tra telecamere puntate, microfoni accesi e fiumi di parole non ha mai smesso di destare curiosità e attenzione. A quattro anni esatti dalla sua scomparsa, la voglia di far rivivere l’arte musicale del King of Pop americano è ancora forte e presente nei fans che lo hanno seguito in vita, ai quali si aggiungono quelle persone che hanno imparato ad apprezzarlo, come spesso e macabramente accade, soltanto dopo la sua morte. Molti gli omaggi dedicati nelle varie televisioni in giro per il mondo, non da meno in Italia, dove  questa sera, in seconda serata, il canale free di Rupert Murdoch trasmetterà uno speciale completamente dedicato alla scomparsa del celebre cantate, ancora densa di dubbi ed ombre, fomentati in quest’ultimo periodo dalla pubblicazione di alcune immagini choc della camera da letto che lo ha ospitato nei minuti immediatamente antecedenti alla morte (Dopo il salto, le immagini choc della stanza in cui è morto Michael Jackson). 

camera-da-letto-di-michael-jackson

MICHAEL JACKSON VIVE NELLE VESTI DI DAVID ROTHENBERG? – Una morte annunciata titola il documentario in onda questa sera alle 23.15 su Cielo, molte ancora le zone d’ombra sulla sua vicenda di vita, in particolare le sue ultime ore di vita sono a tutt’oggi ancora un mistero non del tutto svelato. Era il pomeriggio di quattro anni fa, il 25 giugno 2009, quando alcuni farmaci somministrati al cantante gli avrebbero provocato un violento arresto cardiaco, viatico diretto verso la fine definitiva della sua ingarbugliata vita, artistica e privata. Ma sarà davvero così? Per i complottisti, la verità sarebbe un’altra, e non sarebbero loro gli unici a voler giurare (e sperare) che Michael Jackson sia ancora vivo; per Adam Kadmon (per chi non lo conoscesse, trattasi del tizio mascherato che smaschera i complotti in quel di Mistero), e non solo per lui, il cantante starebbe vivendo una seconda vita sotto le vesti di David Rothenberg, uomo sfigurato dal padre che tentò di bruciarlo vivo, che trovo in Michael conforto e affetto, oltre ad un aiuto concreto per riprendere in mano il proprio futuro (sfoglia la gallery per vedere le foto di David Rothenberg).

PER “THE SUN” VIVREBBE A LAS VEGAS – Per l’autorevole The Sun, invece, il cantante vivrebbe ora a Las Vegas, città densa di sosia del cantante dove lui potrebbe tranquillamente nascondersi e mimetizzarsi (nella gallery la copertina del numero in cui Michael Jackson viene dato per vivo). Le prove? L’autorevole rivista avvalerebbe la sua tesi con il supporto di alcune fonti che riporterebbero testimonianze dell’avvenuta autopsia post-morte. Nella stessa, risulterebbe mancare sulla fronte una cicatrice che invece era presente sulla testa di Michael, inoltre, sempre dalla stessa autopsia, sarebbe risultato che il cantante fosse mancino, quando invece in realtà la mano maggiormente usata dall’artista era la destra. Nello stesso articolo, la rivista spiega anche il possibile motivo di una tale messa in scena; Michael Jackson avrebbe infatti temuto di non essere più all’altezza delle performance di una volta, e per evitare di deludere i suoi innumerevoli fans avrebbe preferito fingersi morto e creare il mito nella mente della gente.

UNA CAMERA DA LETTO PIENA DI FARMACI – Solo teorie, tante teorie, alle quali potrebbero aggiungersene molte altre. Non a caso, digitando su Google la frase “Micheal Jackson vivo” spuntano fuori all’incirca 11 milioni di risultati. Per ora, l’unica verità che abbiamo sta nella sua scomparsa, che sia dovuta a morte o ad altro motivo non ci è dato sapere per certo, per ora. La verità giuridica vuole come diretto responsabile della morte il medico personale di Michael, condannato a 4 anni di carcere per omicidio colposo a causa dei farmaci somministrati. Che il cantante fosse estenuato dai medicinali risulta evidente guardando le immagini della camera dove ha passato le sue ultime ore di vita (le immagini nella gallery in alto), colma di flaconi di medicinali sia pieni che vuoti sparsi dappertutto, una flebo alla quale era attaccato, bombole d’ossigeno; non mancano i richiami alla sua eterna fanciullezza, con fotografie di bambini sulla cassettiera. Il mistero sulla sua morte probabilmente aleggerà ancora per anni e anni, ed i misteri accumulatisi in quattro anni verranno raccolti e messi insieme questa sera, ore 23.15, su Cielo. Michael Jackson: Una morte annunciata. The King Of Pop is dead, o almeno questo è quel che si crede.

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *