Quarto grado, anticipazioni 28 giugno. Caso Denise Pipitone, parla Jessica Pulizzi: “Sono innocente”

By on giugno 28, 2013
foto-quarto-grado

text-align: center”>Quarto grado, anticipazioni 28 giugno. Caso Denise Pipitone, parla Jessica Pulizzi

Quarto grado si è concluso venerdì 7 giugno con l’ultima puntata della stagione, ma i suoi inviati continuano ad occuparsi di cronaca nera e in particolare del caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa nel settembre 2004 da Mazara del Vallo, nella puntata di venerdì 28 giugno 2013, dopo che i giudici del tribunale di Marsala hanno assolto la sorellastra Jessica Pulizzi, 26 anni. Accusata di concorso nel sequestro della piccola, per la ragazza l’accusa aveva chiesto una condanna a 15 anni di carcere, il massimo della pena previsto per questo tipo di reato. E’ stato invece condannato a 2 anni di reclusione l’ex fidanzato di Jessica, Gaspare Ghaleb, imputato solo di false dichiarazioni a pm (la richiesta della Procura era di 5 anni e 4 mesi).

Quarto grado ha intervistato Jessica Pulizzi all’indomani della sentenza di assoluzione. La sorellastra di Denise, che si è sempre proclamata estranea ai fatti, si è detta sollevata dalla decisione dei giudici di Marsala. Ecco uno stralcio delle dichiarazioni rilasciate all’inviata del programma di Rete4:

Ho sempre detto di essere innocente. I giudici mi hanno creduto: dopo nove anni da incubo hanno preso la decisione che dovevano prendere. Spero che facciano giustizia per Denise. La mia vita, ora, può continuare normalmente“.

foto-quarto-grado-intervista-jessica-pulizzi

Quarto Grado, condotto da Salvo Sottile insieme a Sabrina Scampini, ha seguito tutte le tappe di questa complessa vicenda giudiziaria: dopo 47 ore di camera di consiglio, il collegio dei giudici presieduto da Riccardo Alcamo ha assolto Jessica Pulizzi dall’accusa di aver concorso al rapimento di Denise, col movente che l’accusa aveva individuato nel rancore che la ragazza provava nei confronti di Piera Maggio per averle sottratto l’amore del padre Piero (costituitosi parte civile insieme alla Maggio). Durante il processo a carico di Jessica Pulizzi erano stati messi agli atti diversi indizi contro l’imputata, come le intercettazioni in cui la ragazza parlava di Denise al telefono col fidanzato prima e dopo la scomparsa. Durissimo il commento della madre della bambina scomparsa, Piera Maggio, alla sentenza di assoluzione:

Oggi mia figlia è come se fosse stata sequestrata di nuovo. Si è arrivati all’assoluzione di Jessica nonostante i pm avessero detto che gli indizi contro di lei fossero chiari, univoci e convergenti. C’è qualcuno che vuole gettare in fondo a un fiume questo procedimento“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. SILVIA

    giugno 28, 2013 at 14:10

    VI VOLEVO SEGNALARE CHE “QUARTO GRADO” HA CHIUSO LA STAGIONE 2012-2013 IL 7 GIUGNO 2013.
    NON E’ IN ONDA STASERA.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *