Tv, Beppe Grillo sprona i 5 Stelle: “Non ci andremo, la occuperemo…”

By on giugno 2, 2013
Grillo annuncia lo sbarco in tv dei 5 Stelle

text-align: center”>Grillo annuncia lo sbarco in tv dei 5 Stelle

Per Beppe Grillo e il M5S la tv è un’arma a doppio taglio, ma dopo l’inattesa battuta d’arresto alle elezioni amministrative il tabù della comunicazione televisiva sembra destinato a cadere. L’annuncio del cambio di strategia dei 5 Stelle non è una novità assoluta, essendo in corso un dibattito interno al movimento da diverse settimane, accompagnato dal pressing crescente (intensificatosi in questi giorni) della base per un intervento in prima persona del “guru” sul principale mezzo d’informazione ancora utilizzato dagli italiani. Difficile, se non impossibile che tra l’ex comico genovese ed i talk show delle reti generaliste “scoppi la pace” all’improvviso, data l’interminabile serie di scontri a distanza registratisi prima, durante e dopo le due distinte campagne elettorali del 2013: Corrado Formigli, Michele Santoro ed a sorpresa Milena Gabanelli non hanno fatto mancare punzecchiature ed inchieste scomode nei confronti del “fenomeno 5 Stelle”, attirandosi l’ira del popolo “grillino” sul web e dello stesso leader, in una guerra di nervi destinata a durare a lungo. La televisione fa male non per quello che si dice ma per ciò che si vede, io ci sono stato dentro per 40 anni. Comunque non ci andremo, la occuperemo! ha sentenziato il coordinatore nazionale dei “pentastellati” di fronte ad un vasto pubblico, in un comizio elettorale a Marina di Ragusa.

movimento-cinque-stelle-di-grillo

Lo sbarco di Beppe Grillo in tv è ormai prossimo, così come la discesa in campo nell’agone televisivo dei rappresentanti designati dal M5S, anticipata dalle incursioni “esplorative” di Nicola Morra e Roberto Fico rispettivamente al Tg-La7 e a “In Mezz’Ora”, spazi di approfondimento non paragonabili ai talk show per target e formula ma pur sempre condotti da volti noti del giornalismo televisivo nazionale e pertanto di non facile approccio almeno sulla carta. Se attivisti e simpatizzanti grillini hanno salutato con soddisfazione il primo atto di questa nuova fase comunicativa, resta da vedere quali saranno le prossime mosse di Grillo, Crimi e degli altri esponenti di vertice del Movimento per dare continuità alla controffensiva mediatica annunciata in grande stile di fronte alla platea siciliana.

La rottura coi “compagni di strada” delle Quirinarie Stefano Rodotà e Milena Gabanelli sembra aver disorientato una fetta non del tutto minoritaria dell’elettorato a 5 Stelle, ragion per cui quella che inizierà da qui alle prossime settimane dovrebbe presentarsi come una sorta di operazione-rimonta per la riconquista dei consensi perduti in corsa: a detta sia dei militanti che degli “esterni” esperti di politica, sul radicamento futuro nell’opinione pubblica del M5S avrà un peso decisivo, come è naturale che accada anche in questo caso, il protagonismo diretto (ben al di là dei ristretti confini della rete) del navigato comunicatore Beppe Grillo.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *