Una voce per Padre Pio: venerdì 28 giugno alle 21.15 su Raiuno con Massimo Giletti e Maddalena Corvaglia

By on giugno 23, 2013
una-voce-per-padre-pio

text-align: center”>Una voce per Padre Pio

UNA VOCE PER PADRE PIO: ANDRA’ IN ONDA IL 28 GIUGNO IN PRIMA SERATA SU RAIUNO CON MASSIMO GILETTI E MADDALENA CORVAGLIA LO SPETTACOLO DEDICATO AL GRANDE SANTO. Torna anche quest’anno il tradizionale spettacolo dedicato a San Pio da Pietrelcina, che andrà in onda come di consueto da Piazza Santissima Annunziata, nel paese campano in cui è nato il grande Santo, in provincia di Benevento, e che sarà condotto da Massimo Giletti con la partecipazione di Maddalena Corvaglia. Come negli anni precedenti, sarà una serata all’insegna del ricordo della figura di San Pio (nato Francesco Forgione), raccontata attraverso testimonianze dirette di fedeli. Anche quest’anno, ovviamente, è prevista la partecipazione di tanti ospiti e personaggi dello spettacolo di fama internazionale che si uniranno ai conduttori per ricordare il grande Santo (nella gallery sottostante sono disponibili le foto dei conduttori e degli ospiti).

Clicca qui per scoprire le bellezze paesaggistiche della zona marina del Circeo e della meravigliosa Oasi di Ninfa, raccontate da Donatella Bianchi e Fabio Gallo nella terza puntata di Linea Blu.

elhaida-dani

UNA VOCE PER PADRE PIO A PIETRELCINA… E NEL MONDO. Sarà una grande iniziativa all’insegna della solidarietà che mira a continuare l’operato di San Pio grazie al lavoro della produzione del programma, sostenuto dal contributo dell’aministrazione comunale di Pietrelcina. Il 16 settembre dell’anno scorso, ricordiamo, alle 16.35 Raiuno ha trasmesso lo speciale Una voce per Padre Pio… nel mondo, trasmesso da Toronto in Canada, approdato quindi per la prima volta in America. Grazie alla collaborazione con Rai International, il programma è stato visto in tutto il mondo e ha potuto perciò attirare l’attenzione di tanti nostri connazionali che vivono all’estero. Tra i volti più importanti che hanno preso parte all’evento ricordiamo Katia Ricciarelli, i Pooh, Toto Cutugno, Cecilia Gasdia, Irene Fornaciari, Orietta Berti, Daniel Panetta, Diana Salvatore, Enzo Palumbo e Rick Iannelli. A dirigere l’orchestra “I suoni del sud” è stato il maestro Alterisio Paoletti. Tra gli ospiti che prenderanno parte all’evento quest’anno segnaliamo invece Marco Carta, Patty Pravo, Elhaida Dani (vincitrice del talent di Raidue “The Voice of Italy”), Giancarlo Gannini, Lina Sastri, Toto Cutugno, Orietta Berti, Raf, Alessandro Brustenghi e molti altri. L’appuntamento è dunque per il 28 giugno alle 21.15 su Raiuno.

Clicca qui per viaggiare virtualmente alla scoperta degli angoli più nascosti della nostra penisola con Linea Verde Estate, dalle terre del Lazio ai borghi della Liguria, passando per la Valle del Vajont, ai piedi delle Dolomiti Friulane, con Eleonora Daniele e Fabrizio Gatta

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dall'11 agosto 2014 e Responsabile Editoriale di "Lavorare Nello Spettacolo", le sue più grandi passioni sono la natura, il giornalismo e ovviamente la Tv!

One Comment

  1. rossella

    giugno 23, 2013 at 13:02:07

    Mi sembra un bel cast anche se queste serate non escono quasi mai dal racconto del miracolo o del mistero di una vita evidentemente eccezionale. La figura di padre Pio sul piano della comunicazione postuma e’ molto interessante perche’ e’ mancato nel 1968 e raccontare lui mette a nudo la sensibilita’ di un’epoca e i limiti della critica.
    Quindi ci racconta meglio di Francesco d’Assisi o di molti santi che per una ragione o per l’altra sono diventati anche delle icone pop.
    Recentemente dai racconti di padre Lotti ho scoperto un lato a me sconosciuto della personalita’ del santo: amava fare gli scherzi e comunque era abbastanza giocondo. Invece io, che pure sono nata nell’84, me ne ero fatta un’idea diversa: mi aveva colpito la descrizione dell’aspetto burbero e sofferente! Invece questi racconti di TV2000 fanno capire che la santita’ di quest’uomo non finisce nel prodigio o nelle piaghe, si capisce che e’ un uomo abbastanza comune che ha a cuore la verita’.
    Comunque il mistero resta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *