Cory Monteith morto per overdose: Arriva la conferma dell’autopsia. Quale futuro per Glee?

By on luglio 17, 2013
Cory Monteith

text-align: center”>Cory Monteith morto

L’AUTOPSIA CONFERMA: CORY MONTEITH E’ MORTO PER OVERDOSE – A distanza di pochi giorni dalla prematura scomparsa di Cory Monteith arriva la conferma sulla causa della morte: l’attore è morto per overdose. I primi risultati dell’autopsia, comunicati da Barbara McClintock, portavoce del British Columbia Coroner’s Service, sono arrivati nella tarda nottata appena trascorsa (ora italiana), e confermano ciò che era stato ipotizzato già nei minuti immediatamente seguenti alla notizia della sua morte. A costare la vita al giovane attore è stato un mix di sostanze tossiche, eroina e alcool, rivelatesi fatali per Cory, che, come già noto, ha perso la vita a Vancouver nella stanza d’albergo in cui alloggiava. La polizia intanto continua ad indagare sull’accaduto, anche se con in mano i risultati dell’autopsia parrebbe si sia trattato di un tragico incidente; non risultano essere coinvolte altre persone nella vicenda, ne tanto meno sta prendendo piede l’ipotesi di un suicidio.

cory-autopsy-result

Sfoglia la gallery per vedere le migliori immagini di Cory Monteith

UNA DIPENDENZA DA QUI NON RIUSCIVA A LIBERARSI – La sera del venerdì in compagnia del ragazzo erano presenti tre persone, due donne e un uomo, tutte e tre ascoltate dagli inquirenti e rilasciate subito dopo senza ulteriori conseguenze e coinvolgimenti. Nella camera d’albergo in cui ha perso la vita, sita al ventunesimo piano del Fairmont Pacific Rim Hotel di Vancouver, pare siano stati trovati inoltre quantità considerevoli di alcool ed altre sostanze da cui Montheith era dipendente ormai da lungo tempo, fin dalla tenera età di 13 anni. Il suo avvicinamento alle droghe pesanti è infatti avvenuto già nell’età pre-adolescenziale, e il primo tentativo di liberarsi dalle stesse è arrivato soltanto alle soglie dei 19 anni sotto insistenza dei familiari. Di recente ha subito una ricaduta, anche se sembrava essersi ripreso dopo il ricovero in una clinica di disintossicazione. Le voci sulla sua ultima notte di vita non lascerebbero pensare a nulla di tragico, qualche leggero drink al locale The Roxy in compagnia di amici; presumibilmente l’assunzione del mix letale sarebbe avvenuta in silenzio, da solo, nella sua camera, senza mani che potessero fermarlo.

QUALE FUTURO PER GLEE SENZA IL PROTAGONISTA PIÙ AMATO? – La popolarità di Cory Monteith è arrivata grazie all’interpretazione di Finn Hudson nella popolare serie televisiva Glee, che sarebbe dovuta ritornare sui teleschermi americani a fine luglio. Sul personaggio interpretato da Cory si era puntato per rinvigorire la serie infiacchitasi nella quarta stagione, nella quale aveva perso smalto ed ascolti; le prime due puntate di Glee 5 si sarebbero dovute aprire con il ritorno in grande stile della coppia Finn-Rachel, personaggi tra i più amati dai fans della serie, ma ora, visto il tragico ed inaspettato risvolto personale di Cory Monteith, ai piani alti della Fox si comincia seriamente a ragionare sul futuro della serie. Per la quinta stagione, pronta a partire alla fine del mese, si sta pensando ad un posticipo di un mese, o addirittura potrebbe vedere la luce soltanto nel mese di novembre. Sul futuro della serie invece la questione si fa più delicata, vendendo meno uno degli interpreti principali più amati bisognerà inventarsi qualcosa di valido se si vorrà proseguire oltre, cosa a cui gli autori stanno già seriamente pensando. Con la fine di Cory Monteith sarà la fine di Glee?

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *