La Rai dice no a Miss Italia. Laura Boldrini: “Scelta moderna e civile”

By on luglio 15, 2013
Laura Boldrini presidente della Camera

text-align: center”>Laura Boldrini presidente della Camera

QUEST’ANNO NIENTE DIRETTA RAI PER MISS ITALIA. LAURA BOLDRINI APPROVA – Il presidente della Camera, Laura Boldrini, da sempre in lotta contro l’uso del corpo delle donne, spara a zero sul concorso di bellezza più famoso d’Italia. Durante un convegno alla Camera del Lavoro di Milano dedicato alla violenza sulle donne, Boldrini ha commentato la decisione della Rai di non trasmettere ‘Miss Italia’, considerandola ”una scelta moderna e civile’‘.  La terza carica dello Stato non si nasconde dietro mezzi termini affermando che “la figura della donna va rivista anche grazie all’aiuto dei media, la pubblicità ha un ruolo fondamentale, dunque, ma non solo”.

cavallo-rai

Immagine 1 di 5

La Rai dice no a Miss Italia

Accuse pesanti quelle rivolte all’attuale palinsesto televisivo. Boldrini durante il suo intervento si è scagliata contro l’utilizzo umiliante delle donne da parte dei media. . “Solo il 2% delle donne – ha ricordato il presidente della Camera – in televisione esprime un parere, parla. Il resto è muto, spesso svestito, non ha modo di esprimere un’opinione”. La televisione odierna, secondo Laura Boldrini, non rappresenta fedelmente l’universo femminile, anzi lo denigra segregandolo a ruoli secondari. L’auspicio è che la tv pubblica “faccia da calamita per tutte le altre tv e network che, alla Rai, sempre si ispirano”.

About SimonaBerterame

One Comment

  1. Rossella

    luglio 15, 2013 at 19:58:42

    Approvo e sottoscrivo. Mi rendo conto che non può esistere un museo della civiltà: per fortuna! L’evento è anche bello se si considera la storia del concorso ma è giusto andare avanti perché la televisione non è maestra di niente. Vince l’immagine che alla fine omologa. Pensiamo a quanto male hanno fatto gli opinionisti. Giustamente un ragazzo di oggi non coglie neanche il valore della critica. L’intellettuale di oggi è un pettegolo. A me non sono mai piaciuti i poeti che spostano i fiumi con il pensiero come sottolinea la canzone. Ma che i fiumi tornassero al loro posto! Altro che Miss Italia. Secondo me tutti gli autori dovrebbero essere sottoposti ad una critica più severa. Ma è successo a tutti, penso a Svevo e a tanti altri! Non condivido tutta la critica di Grasso ma mi rendo conto che il critico di oggi ha perso la sua autorevolezza e viene percepito come una specie di tronista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *