Maria De Filippi prepara un talent di cucina per Mediaset

By on luglio 26, 2013
maria de filippi 2013

text-align: justify”>maria de filippi 2013

MARIA DE FILIPPI STUDIA UN NUOVO TALENT DI CUCINA PER CANALE CINQUE – Come la peste bubbonica ai tempi di Renzo e Lucia, continua il contagio delle reti tv italiane nella spasmodica messa in onda di programmi a tema culinario. Dai più classici programmi di approfondimento ai talent, nel giro degli ultimi anni ne abbiamo visti di tutti i colori: adesso pare pronta ad accendere i fornelli anche Maria De Filippi.

Stando infatti a quanto affermano il settimanale Chi e il sito web Excite, la bionda conduttrice di Canale Cinque pare sia in corso d’opera nel definire un futuro programma culinario, con accenni al talent show, per il prossimo 2014 in Mediaset. Oltre a questo, non si sa molto: quel che è certo però è che la collocazione oraria potrebbe sbilanciare le sorti di molti altri volti tv.  Difatti, potrebbe essere posizionata al posto di Forum, ponendosi in netta competizione con La Prova del Cuoco di Antonella Clerici, a cui darebbe una grossa gatta da pelare. In alternativa, il nuovo cooking show defilippiano potrebbe essere inserito al posto del quiz pomeridiano (chiudendo le porte a Gerry Scotti, dubitiamo una cancellazione prematura dell’Avanti un Altro di Paolo Bonolis).

maria-de-filippi-servizio-fotografico

Quel che è sicuro per Excite, però, è che oltre ad una fascia giornaliera da definire, pare sia già confermato che andrà in onda una volta a settimana in prima serata: quasi volesse ricalcare le gesta del fallimentare La Terra dei Cuochi di RaiUno, sempre di (e con) Antonella Clerici. Le due conduttrici bionde più famose del Tubo Catodico italiano intraprenderanno una sorta di sfida ad armi pari?

Del resto Mamma Maria non è proprio nuova a show culinari: ricordate che nella sua web tv (Witty Tv) Garrison conduce un mini show culinario dal titolo “Ricette a Stelle Strisce“?

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

7 Comments

  1. rossella

    luglio 26, 2013 at 20:27:27

    Questa e’ bella!
    Non ce la vedo proprio! Ci sara’ un incremento del mercato dei fast food! A meno che non decida di optare per un format tipo: La fabbrica delle caramelle! 🙂
    Sicuramente sara’ uno dei successi della rete con buona pace di Signorini! Ma e’ chiaro, con quella sua immagine di casalinga dell’anno vincera’ anche il confronto con la Clerici, ma che dico? Con la Clerici, la Parodi e il ristorante di Kiss me Lycia! La De Filippi si potrebbe produrre in un sacco di programmi che altrimenti flopperebbero: lei ha davvero l’immagine di tua nonna! Unisce piu’ generazioni e ti fa capire perche’ l’Italia non sara’ mai davvero unita negli usi e nei costumi. Lei ha la palma d’oro di donna del sud e al contempo spiega la fortuna dell’espressione popolo della liberta’. In questo popolo ci potrei essere anch’io a pensarci bene e quindi mi arrogo il diritto di spieare il successo della sua televisione e del popolo della liberta’. Infatti entrambi si basano sull’idea di qualcuno che non avanza. E non sara’ difficile capire il senso di partito dell’amore! Infatti da quel che vedo tutti i ragazzi che inseguono il sogno alla fine ritornano sulle loro posizioni e continuano a credere nella casa e nella famiglia. Mi sembra un dato indicativo.
    La cosa che indispone della televisione della “sanguinaria” e’ che per quanto sposerai la critica di Grasso alla fine ci ricaschi.

  2. Salvo

    luglio 27, 2013 at 13:27:47

    Che schifo! Mi chiedo come fa la De Filippi a mettersi contro Antonella Clerici che ha sempre definito un’amica. Certo che la De Filippi ha davvero una buona idea di che cosa sia l’amicizia, infatti è sempre pronta a pugnalare alle spalle. Da quando la Clerici ha iniziato La prova del cuoco nel 2000 tutti si sono messi a copiarla e adesso ci prova pure un’incompetente in materia come Maria De Filippi. Antonella sarà sempre la migliore!!!

  3. rossella

    luglio 27, 2013 at 16:20:18

    Dai Salvo, non sarei tanto caustica! L’amicizia in tutto questo non entra minimamente! Certo il plot sembra essere il medesimo perche’ la Clerici non e’ esattamente Pellegrino Artusi. Partono sulla prefazione del Talismano della Felicita’. Il paragone con lei e’ il pku’ calzante. Ma infondo anche la Clerici ha condotto un talent che alla fine della fiera e’ riuscito ad esprimere l’idea della De Filippi. Ma non per incapacita’ della sanguinaria. La Clerici ha gestito meglio la sua immagine e si occupa solo del lato artistico. La De Filippi invece e’ sempre stata un disastro, si vede che non ha un agente. Senza l’agente e’ piu’ difficile esprimersi nella maniera migliore. La comunicazione del personaggio e’ imlortante. A oggi esistono tante De Filippi e nessuna De Filippi. Potrebbe essere comunista, atea, cattolica, ignorante, acculturata, finta ingenua o calcolatrice arguta. Appare come tutto e il contrario di tutto: ha successo ma non saprei ricordarla per qualcosa in particolare. A me comunque sembra preparata. Ma la comunicazione sta a cuore a pochissimi, pensa che esiste gente che pensa che A sua immagine e’ un punto di partenza per farsi strada in TV. Ti accorgerai che la stessa Bianchetti non ci e’ riuscita e con gli anni ha perso la vivacita’ che aveva in quel programma. Non mi e’ sembrata una grande stratega. E’ uscita da un contenitore che ha consegnato di lei quell’immagine e uno stereotipo- quello della bigotta- a cui non puoi sfuggire pena il fatto che sei tacciato di essere doppiogiochista.
    La televisione e’ questo e infondo anche la vita. Comunque non penso davvero che un programma rompa un’amicizia.

    • Salvo

      luglio 28, 2013 at 14:18:49

      A me comunque sembra una cosa scorretta, sia dal punto di vista dell’amicizia che dal punto di vista televisivo. Ormai tutti fanno programmi di cucina come se volessero diventare le Clerici del futuro ma non ci riusciranno mai e sinceramente dalla De Filippi non me lo sarei aspettato; se fossi al posto di Antonella non le rivolgerei più la parola.

  4. rossella

    luglio 28, 2013 at 17:16:00

    Ma magari non sono neanche amiche! Come telespettatrice non m’interessa. Io guardo la televisione perche’ mi appassionano le immagini; nella costra cultura c’e’ poi un elemento in piu’: c’e’ il culto dell’immagine e s’insinua l’idea che queste ti possano acculturare anche se pensi di avere delle tue idee la passione per lo studio. E’ bello guardare la TV: fosse per me guarderei solo TV2000 ma non avendo figli mi diverto a fare zapping. Le generaliste hanno sempre avuto quest’esigenza. Sono Coppi e Bartali. Non e’ che la De Filippi voglia copiare la Clerici o viceversa. Funziona in questo modo da sempre. E’ come il prontomoda: all’ultimo momento si produce in serie quella stampa che un anno prima il tal stilista presento’ in una collezione; certo cambia un dettaglio ma a occhio in strada quella stampa ti ricorda il catalogo. Il mercato funziona in questo modo, loro devono allinearsi con il concetto di grande platea. Devono pensare a tutti i possibili telespettatori per ampliare il loro pubblico e cercare in questo modo di incentivare gli inserzionisti.

  5. Salvo

    luglio 29, 2013 at 14:04:32

    Però ti sembra giusto copiare sempre? In questi ultimi anni si sono visti troppi programmi fotocopia. La cosa che veramente non capisco è che quando Antonella Clerici ha fatto La terra dei cuochi tutti dicevano che aveva copiato Masterchef, anche se la trasmissione era diversa, se invece è Maria De Filippi a copiare gli altri e allora tutto va bene come se lei fosse intoccabile. Non ho nulla contro Maria, anzi la stimo molto, ma stavolta non riesco ad accettare questa sua idea di fare l’ennesimo show di cucina.

  6. rossella

    luglio 29, 2013 at 16:15:56

    Non ricordavo quella frase di Grasso che Fazio le ha rammentato nell’ultima intervista.
    Se non ricordo male l’accolsero come un complimento. Sta di fatto che quella citazione mi ha fatto capire che in realta’ ho sempre guardato i suoi programmi dalla prospettiva sbagliata. Non che non fosse un complimento, anzi! Sono quei passaggi che ti fanno capire che un intellettuale della levatura di Grasso ha scarse possibilita’ di avere un erede. Sia chiaro ci sono tanti giovani critici, alcuni molto preparati, penso a Davide Maggio ad esempio ma in pochi sono riusciti a decriptare la televisione di Maria De Filippi. Quando lo leggo capisco come dovrebbe essere un vero intellettuale. Si legge proprio la distanza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *