Mediaset, svolta nei palinsesti: Sottile si dimette e cede il timone di Quarto Grado

By on luglio 2, 2013
Salvo Sottile divorzia da Mediaset

text-align: center”>Salvo Sottile divorzia da Mediaset

Salvo Sottile dà l’addio a Mediaset, non senza una punta di polemica per le scelte aziendali sui nuovi palinsesti. L’annuncio dato ufficialmente dall’ormai ex conduttore di Quarto Grado oscilla tra la riconoscenza verso i vertici del gruppo di Cologno Monzese ed il rammarico nei confronti di chi, nelle ultime settimane, ha deciso di puntare sul ricambio a tutti i livelli in vista della prossima stagione televisiva. Nel toto-nomi relativo ai programmi in preparazione per l’autunno, i favoriti sembrano essere due volti noti della carta stampata provenienti dalla “scuola” de La 7: Luca Telese per la conduzione di Matrix e Gianluigi Nuzzi per la guida di Quarto Grado.

Tra Salvo Sottile e Mediaset la rottura sembra ormai irreversibile, nonostante l’immutata stima espressa dal presentatore nei riguardi dei dirigenti Fedele Confalonieri e Piersilvio Berlusconi, salutati e ringraziati con affetto “per il sostegno garantito in questi anni”. Tanti rimangono gli interrogativi sul campo, a partire dalla destinazione del giornalista siciliano protagonista di una rapida ascesa all’interno dell’azienda della famiglia Berlusconi, culminata con la vicedirezione della testata giornalistica Videonews e la “leadership” di altri importanti progetti per conto di Rete Quattro e Canale 5.

gianluigi-nuzzi-ingaggiato-da-mediaset

In pole position, secondo quanto riferito in giornata dai siti web dei più importanti quotidiani nazionali, ci sarebbe proprio La 7, pronta ad affidare a Sottile una delle trasmissioni in preparazione per Settembre-Ottobre, magari in sostituzione di qualche “pezzo da novanta” in libera uscita verso la concorrenza. Intanto dalle parti di Cologno Monzese prende corpo il “new deal” auspicato in tempi non sospetti da Piersilvio Berlusconi, evidentemente intenzionato a rivoluzionare contenuti ed immagine delle tre tv generaliste senza sconti per la “vecchia guardia”, con poche e circoscritte eccezioni.

I nomi di Maurizio Crozza e Corrado Formigli, circolati insistentemente nell’ultima settimana del mese scorso dentro e fuori dalle “segrete stanze” di Mediaset, potrebbero tornare di moda nei prossimi giorni, anche perché nello scacchiere della programmazione 2013/2014 sono diverse le pedine ancora da sistemare. La palese amarezza espressa nero su bianco dal diretto interessato nello stringato ma significativo comunicato post-dimissioni (“Lascio un’azienda e degli amici che mi hanno dato tanto, a loro resterò comunque legato. Nella vita, quando termina un percorso, è necessario provare altri sbocchi e altre sfide) ha nel giro di poche ore alimentato dubbi e illazioni sulla causa scatenante del divorzio tra Salvo Sottile e il Biscione, giunto come un fulmine a ciel sereno ad inizio giornata col primo lancio dell’agenzia di stampa Ansa.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *