Micol Olivieri (Alice Cesaroni) sposa per Stefano Francioni in “Vento Su Polvere”

By on luglio 21, 2013
micol-olivieri-sposa

text-align: center”>micol olivieri alice cesaroni sposa

MICOL OLIVIERI (ALICE CESARONI) SPOSA IN UN VIDEOCLIP – Dalla fiction ai video clip musicali passando tra “Vento Su Polvere”; Micol Olivieri, meglio conosciuta come Alice Cesaroni nella popolare fiction di Canale 5, è la protagonista  del video clip di Vento Su Polvere, nuovo singolo dell’artista emergente Stefano Francioni, presentato in anteprima qualche giorno fa su Rete 8 (rete televisiva abruzzese ndr) ed in rotazione radiofonica dal 20 giugno. Nel video clip, completamente girato in Abruzzo tra un maneggio, una piscina olimpionica in puro stile Jump – Stasera mi tuffo! ed un aeroporto, la giovane protagonista Micol Olivieri subisce la serrata corte di Stefano Francioni, che cerca di conquistarla apparente senza riuscirci… o quasi! Come termina la storia? Come nelle più classiche delle favole, abito bianco lei, lui tutto in tiro come solo in rare occasioni ci si veste, passerella verso l’altare, il tutto coronato dal più classico dei baci tipici degli album dei ricordi che però… non arriva mai!

micol-olivieri-cesaroni-sposa

Sfoglia la Gallery per vedere le migliori immagini estratte dal videoclip di Vento Su Polvere

MICOL OLIVIERI IN ABITO BIANCO PER STEFANO FRANCIONI – Sul finire del pezzo, in una scena in controluce, pare che i due stiano per unirsi in un romantico bacio che però non arriverà mai, ma lascerà invece il posto a larghi sorrisi a “suon di riso” in faccia. Una veste insolita quella indossata da Micol nel videoclip, prima femme fatale in costume rosa mentre esce dalla piscina, poi donna vissuta con tanto di abito bianco durante la celebrazione ufficiale dell’unione tra i due: uno sguardo birichino, occhi vispi che certo tutto fanno pensare tranne ad un futuro matrimonio lungo e fedele!

Claudio Amendola abbandona I Cesaroni: Leggi QUI le sue motivazioni

TANTE AVVENTURE PER MICOL, DA PECHINO EXPRESS 2 ALL’INCHIESTA SUI DIPLOMI VENDUTI – Soli 20 anni per la ragazza, ma già una lunga storia di popolarità alle spalle nata dall’interpretazione del personaggio Alice Cesaroni, a cui presta il volto dal lontano 2006. In questi anni la sua visibilità è costantemente cresciuta ed ora, presumibilmente più matura degli esordi e sicuramente più cosciente della propria popolarità rispetto al passato, è pronta per mostrarsi al pubblico anche in un’ulteriore veste, questa volta avventuriera; Micol infatti, insieme al suo fratello per fiction Niccolò Centioni (Rudi Cesaroni), sarà protagonista della seconda edizione di Pechino Express, in onda in autunno sempre su Rai 2, con la conduzione di Costantino Della Gherardesca. In quanto ad avventure, la piccola di casa Cesaroni ne conosce qualcuna abbastanza bizzarra e forse inaspettata da quanti l’hanno conosciuta tramite il teleschermo; recentemente è infatti stata coinvolta nell’inchiesta dei diplomi venduti in una scolaresca della provincia di Salerno. Pare infatti che diversi personaggi dello sport e dello spettacolo, tra cui figurava anche Micol Olivieri, nell’anno scolastico 2011/2012 si fossero iscritti presso questo istituto per conseguire il diploma; tramite un sistema messo in piedi dai professori dell’istituto, diversi ragazzi hanno ottenuto l’ammissione agli esami di Stato pur non avendone i requisiti necessari.

SECONDO LAVORO PER STEFANO FRANCIONI – Tornando all’argomento di partenza, al nuovo singolo di Stefano Francioni Vento Su Polvere (in basso il videoclip), si tratta per l’artista dell’estratto apripista verso il suo secondo lavoro, seguente al primo album già pubblicato Sto Con Me. Precedentemente il cantante si è fatto notare in uno spot girato in coppia con Alessandra Mastronardi, anche lei ex protagonista della serie I Cesaroni, ed ha collaborato in passato con Povia, con i Modà e con gli Studio 3. Sulla collaborazione con il cantante, Micol Olivieri si è dimostrata entusiasta, ed ha dichiarato che:

Sono molto contenta di aver lavorato con Stefano che, oltre ad essere un bravissimo cantante, è anche un amico. E’ importante, tra giovani, scambiarsi idee e creare nuove collaborazioni. 

Qui in basso potete trovare il videoclip del pezzo. Non ci resta che augurare buona fortuna a tutti e due per il loro futuro artistico e professionale.

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

One Comment

  1. Rossella

    luglio 22, 2013 at 11:56:59

    Prima i video hard amatoriali, poi le pratiche sadomaso, gli scambi di coppia, Siffredi al festival e dulcis in fundo l’IMU e i sex toys! E’ chiaro che questa rappresentazione del matrimonio è figlia dell’epoca.
    Mi sembra il minimo! Infatti oltre a scansare il matrimonio diventa difficile addirittura parlarne o scriverne perché il vero sex gate è questo! Cos’è il sesso? Manzoni sarebbe stato spacciato! Uno spaccato per nulla edificante. Prima o poi qualche politico ci arriverà! Orami la cosa non ha nulla di privato. Tant’è che l’unica strada narrativa per raccontare il matrimonio sarebbe quella che passa dalla camera da letto. Ma ogni augusta sposina ha sempre molte riserve in proposito! Se decidessi di sposarmi lo farei sicuramente perché il successo delle 50 sfumature di grigio ancora non mi è andato giù! E’ veramente assurdo che sul matrimonio debbano piovere tanti sospetti; trovo che nel nostro Paese negli ultimi 10 anni si sia abusato con il cliché del tradimento. Con quale scopo? Ci ho visto un velo d’ipocrisia che mi ha fatto dubitare della libertà sessuale: non sembra aver attecchito! Poi da quello che ho letto continueranno con la saga dei matrimoni raccontati sempre alla vecchia maniera; mi sembra arrivato il punto di saturazione di questo meccanismo che allude ad una serialità tollerabile. Purtroppo quest’immagine del sesso visto come momento fa proseliti principalmente tra i giovani che non hanno la cultura del desiderio e pensano veramente che tutto si risolva in una frazione di secondi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *