Sanremo 2014: Fazio conferma, in forse Jovanotti. Tra i progetti “gemellaggio” con Premio Tenco

By on luglio 3, 2013
fazio e jovanotti

text-align: justify” align=”LEFT”>Squadra che vince non si cambia. Così, pur non parlando di squadra ma di tandem e con il rischio “ancora tu!” dietro l’angolo, Fabio Fazio ufficializza la sua presenza a Sanremo 2014. Sorpresona! Praticamente lo sapevano tutti. L’effetto sorpresa potrebbe invece provenire da tale Lorenzo Cherubini, che qualcuno conosce come Jovanotti, che Fazio starebbe assiduamente corteggiando per averlo al suo fianco e le cui riserbe saranno sciolte solo alla fine del tour che lo vedrà impegnato ancora per mesi. Naturalmente quella di Jovanotti sarebbe un’aggiunta e no una sostituzione dell’immancabile Luciana Littizzetto. La signora Fazio, infatti, sarà presente con grandissima probabilità anche se, attualmente, dice di starci ancora pensando.

Fazio invece sembra chiarissimo nelle sue scelte e a “Il Mattino” quest’oggi ha dichiarato che, per un uomo di televisione, dire di no a Sanremo sarebbe un insulto anche se ha il timore di fare peggio dell’anno passato. “Nel mio caso io farei peggio di me stesso quindi andrebbe bene lo stesso” chiosa Fazio. Ma chi ha tempo non aspetti tempo e quindi, mentre il cast è ancora in fase di definzione, è meglio pensare ai contenuti…

fabio-fazio-e-luciana-littizzetto

L’intenzione di Fazio è quella di riportare la canzone d’autore sul palco dell’Ariston. Una canzone che, troppo spesso, ha avuto poco spazio probabilmente a causa degli stessi autori, ormai poco inclini alla competizione, ma anche “per colpa” degli idoli da talent, sempre più presenti “ai piani alti” del Festival. Quello che Fazio propone, sulla scia del successo che lo scorso anno ottennero le apparizione degli storici big,è una sorta di fusione tra Sanremo e il premio Tenco anche, perchè, come ammette lo stesso Fazio, “non ha senso dividere il sacro dal profano”.

Il premio Tenco, istituito nel 1974, è divenuta una sorta di istituzione per una nicchia ristretta e la popolarità amplificata dell’effetto Sanremo potrebbe riportarlo a lustri passati. Il “gemellaggio” con il premio Tenco, inoltre, potrebbe rappresentare un’ottima opportunità per ricongiungere la storica kermesse ligure con la musica internazionale, sempre più protagonista della rassegna intitolata a Tenco. Naturalmente il compito di Fazio non sarebbe facile. La sua abilità dovrebbe consistere nel dare un colpo al cerchio e uno alla botte senza dimenticare che Sanremo resta la manifestazione nazional-popolare per eccellenza. La stessa che, molte volte, si è fondata totalmente sulla… leggerezza. Vedremo.

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

One Comment

  1. rossella

    luglio 4, 2013 at 11:25:29

    Fazio ha ragione: non mi ritrovo sull’idea di sacro e profano! Piuttosto il gemellaggio con palcoscenici di nicchia trasmette un messaggio molto importante! Perche’ su un palco che vede punte altissime di share non ci dovrebbe essere posto per chi e’ meno popolare? Come se la qualita’ risiedesse nel prestigio di un nome! Per me anche Amici dovrebbe aprirsi a questo discorso sulle dimensioni. L’infinitamente grande deve avere un termine di paragone per dimostrare che e’ tale. Penso a talent come I like school: perche’ non portare questi ragazzi nella sfida del serale di Amici? Ma anche altri talent che comunque potrebbero far capire al telespettatore il valore della notorieta’! Quanto incide sulla coerenza di un lavoro. Emergerebbero ritratti interessanti della nostra gioventu’!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *