Servizio pubblico più: “Sepolta viva”. Giovedì 4 luglio lo speciale sul degrado dei beni culturali italiani

By on luglio 4, 2013
foto-servizio-pubblico-sepolta-viva

text-align: center”>Servizio pubblico più: "Sepolta viva". In onda giovedì 4 luglio

Servizio pubblico più torna in onda giovedì in prima serata su La7 con il quinto speciale di questa stagione: il reportage in palinsesto giovedì 4 luglio si intitola Sepolta viva e stando ai promo della scorsa settimana avrebbe dovuto essere in onda già giovedì 27 giugno. La programmazione è stata invece stravolta per fare spazio allo speciale L’età dell’innocenza 2 dedicato alla condanna in primo grado per Silvio Berlusconi al processo Ruby, assemblato con spezzoni di precedenti trasmissioni (anche immagini di repertorio da Annozero, in onda su Rai2), interviste e documenti per ricorstruire le tappe della complessa vicenda giudiziaria e politica.

Servizio pubblico più, dopo gli speciali Cosa Vostra, Giallo Vaticano, Una vera bufala e L’età dell’innocenza 2, aggiunge dunque un nuovo appuntamento ai 4 programmati nel finale di questa stagione televisiva: il titolo dell’ultima puntata è Sepolta viva, un reportage a cura di Paolo Santolini, Luca Lancise e Monica Giandotti sui beni culturali italiani. Mai questione fu più attuale nella settimana in cui è riesploso in tutta la sua drammaticità il caso Pompei: il Ministero dei beni culturali e del turismo è alle prese da un lato con la scadenza imposta dall’Unesco del 31 dicembre per restare tra i siti considerati “patrimonio dell’umanita”, dall’altra con il termine del 2015 per effettuare le grandi opere finanziate con i fondi dell’Unione Europea. Praticamente una corsa contro il tempo per il ministro Massimo Bray. Ma quello di Pompei non è il solo sito archeologico a rischio: la situazione dei beni culturali in Italia è decisamente drammatica, come attestano le principali classifiche internazionali in fatto di arte e turismo, che ci declassano  dalle prime posizioni ad altre certamente poco lusinghiere per un Paese che vanta il maggior numero di siti d’interesse riconosciuto dall’Unesco e un patrimonio culturale che tra monumenti, musei, siti archeologici supera le 100.000 unità.

servizio-pubblico-piu-cosa-vostra

Servizio pubblico più, con lo speciale Sepolta viva, riprende la questione dei beni culturali italiani affrontata (a dire il vero in maniera caotica e poco esaustiva) da Vittorio Sgarbi nell’ultima diretta del programma di approfondimento di Michele Santoro. Un viaggio tra degrado, illegalità, incuria e sprechi, per documentare lo stato in cui versa quella che dovrebbe essere considerata una risorsa immensa per il nostro Paese. Come sempre la trasmissione è in onda in prima serata su La7, ma anche in diretta streaming sul sito dell’emittente, su serviziopubblico.it, su ilfattoquotidiano.it e su Youtube.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *